lunedì 17 Gennaio 2022

Mozione anti-prefetto, anche Pannone chiede dimissioni del “gruppo dei 15”

di Redazione – Dopo Rinascita Civile, anche Giuseppe Pannone ha chiesto le dimissioni del “gruppo dei 15”, i consiglieri che hanno approvato la mozione anti-prefetto. “Non si è trattato di un mero “fatto tecnico” – spiega in una nota -, come sostenuto dal presidente ombra, ma di un oltraggioso attacco istituzionale senza senso, utile solo a verificare il grado di fedeltà di alcuni consiglieri”.

Dal canto loro i democratici hanno deciso di non partecipare alla votazione “per non dare nessuna legittimità neanche solo formale ad un documento illegittimo, se non sovversivo, dietro il quale si nascondono ben altri interessi”.

Secondo Pannone, infatti, la battaglia “è tutta incentrata sulla ricerca di consensi per reiterare il sistema di poteri che ha bloccato ogni prospettiva del nostro territorio e, passando sopra i rapporti istituzionali, indirettamente rafforza le infiltrazioni criminali”.

Quindi – conclude – “le dimissioni in blocco del “gruppo dei 15” sarebbero l’unico atto minimamente dignitoso. Probabilmente un’inutile attesa!”.

CORRELATI

spot_img
spot_img