venerdì 14 Giugno 2024
spot_img

Cisterna, l’aumento della TARI scalda gli animi: botta e risposta tra Innamorato e IdeaLista

L’aumento del 10% della TARI per le utenze domestiche (e del 15% per le utenze non domestiche) a Cisterna ha scatenato un botta e risposta tra i consiglieri comunali. La prima ad intervenire sulla questione è stata Maria Innamorato che ha definito inaccettabili questi aumenti soprattutto dopo la “manovra lacrime e sangue”di luglio.

“Voglio rivolgermi ai giovani amministratori – ha scritto in una nota la Innamorato – e spiegare loro che si è verificato un attacco grave alla democrazia perché si è impedito alla minoranza di poter svolgere il proprio ruolo negando le spiegazioni e il dibattito su temi così importanti che riguardano i cittadini, anche se credo che nemmeno tutti i consiglieri di maggioranza conoscessero il contenuto di quei provvedimenti. Il presidente della commissione al bilancio si rifiuta di fornire spiegazioni. Voglio rivolgermi al sindaco ricordandole che i cittadini non sono polli da spennare ma che invece hanno diritto ad avere servizi per i quali pagano tasse salatissime e che sono due anni ormai che ne hanno sempre meno e sempre più scadenti. Cisterna è diventata l’immagine di una città piegata e abbandonata”.

Alle parole della Innamorato hanno fatto seguito quelle dei tre consiglieri comunali del gruppo IdeaLista, Marco Barone, Francesca Ianiri e Alfredo Cassetti: “L’esiguo aumento della TARI corrisponde ad un aumento della percentuale del servizio di raccolta differenziata. Una modalità di gestione dei rifiuti urbani, finalizzata al rispetto dell’ambiente in cui viviamo, che comincia a diventare vantaggiosa economicamente solo quando supera la soglia del 65percento dei rifiuti totali. Attualmente il nostro comune è al 40percento ma negli ultimi mesi la nostra amministrazione ha fatto molti passi in avanti verso questa direzione e siamo convinti che presto la nostra azione darà i suoi frutti positivi. Come precisato nel corso del consiglio comunale di ieri pomeriggio dal sindaco Della Penna, ad inizio maggio cominceremo la campagna informativa e l’istallazione di isole ecologiche nel centro cittadino che certamente incrementeranno la differenziata a Cisterna”.

“Quando poi la consigliera Innamorato si sente privata della Democrazia (è arrivata persino a darci dei fascisti pubblicamente), ci vengono in mente tutte le assenze che lei ed alcuni suoi colleghi di opposizione collezionano alle riunioni delle commissioni consiliari. Cara consigliera Innamorato, ‘la libertà è partecipazione’. Pertanto, invitiamo Maria Innamorato ma anche altri esponenti politici d’opposizione ancora a secco di esperienze amministrative, ad esibirsi sulle passerelle social vestite di maggiore umiltà. Perché criticare è facile, mentre fare i conti tutti i giorni con le esigenze di una città intera – prendendosi la responsabilità di fare quello che va fatto – è, invece, davvero difficile”.

“Tempo sprecato rispondere ad un giovanissimo consigliere e il suo gruppo incapace persino di verificare le mie assenze in conferenza dei capigruppo, nelle commissioni e in consiglio comunale che per esattezza sono pari a ZERO” scrive la Innamorato su Facebook. “Esorto il giovanissimo consigliere a partecipare al dibattito politico perché ad oggi non sappiamo se abbia il dono della parola, così finalmente potremo conoscere le sue idee ma soprattutto le sue proposte”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img