mercoledì 18 Maggio 2022

Sport, l’alleato numero uno contro il vizio del fumo

L’attività fisica porta molti vantaggi per il nostro benessere, a livello fisico ma anche mentale, e questo è ormai risaputo. Non tutti sanno, però, che fare sport regolarmente è di grande aiuto anche per chi vuole smettere di fumare, per una serie di motivi che verranno approfonditi qui di seguito.

Come lo sport aiuta gli aspiranti ex fumatori

Uno studio condotto dalla Harvard School of Public Health di Boston su 25 fumatori di età compresa fra 18 e 65 anni ha dimostrato che lo sport può essere un sostegno notevole per chi sta cercando di dire addio alle sigarette. Più nello specifico, è stato dimostrato che dedicarsi all’attività fisica è un ottimo modo per tenere impegnata la mente e, di conseguenza, per distrarsi dalla tentazione di accendersi una sigaretta dopo l’altra. Inoltre, poiché tra le paure (e le scuse) più diffuse tra chi vorrebbe dire addio al vizio del fumo c’è quella di ingrassare, andare in palestra o allenarsi a casa o all’aperto in maniera regolare è la soluzione che va incontro a entrambi gli obiettivi. E non è tutto, perché fare movimento fisico consente di scaricare la tensione accumulata durante il giorno – soprattutto in questo periodo in cui gli spostamenti sono molto limitati – e di purificare l’organismo dalle tossine e dalle altre sostanze nocive.

Corsa e bicicletta contro il fumo
Le attività più indicate per chi vuole dire addio alle sigarette sono fortunatamente anche quelle più accessibili a tutti, ossia correre o andare in bicicletta. In entrambi i casi, la possibilità di fare sport è alla portata di qualsiasi persona, dato che non richiede particolari attrezzature (se non per esigenze specifiche); questo aspetto è cruciale in termini di mantenimento della motivazione, in quanto tutto dipenderà dalla propria forza di volontà, poiché non ci sono fattori esterni che possono ostacolare la costruzione di una routine sana.
Per quanto riguarda la corsa, la cosa migliore da fare è partire da un’intensità bassa per aumentare man mano la difficoltà e il tempo di allenamento. Da non trascurare anche i tempi di ripresa del nostro corpo: bisogna infatti aspettare sempre 1-2 giorni prima di allenarsi nuovamente, per evitare di stressare eccessivamente muscoli e ossa.

Riguardo al ciclismo, se c’è l’intenzione di dedicarsi in maniera più seria e costante a questo sport è consigliabile investire sin da subito in un prodotto di qualità, scegliendo una bici in carbonio disponibili sul negozio di ciclismo Bikester.it, ad esempio, e usufruendo magari di un servizio di bike personal coaching con Bikevo tramite abbonamento annuale, molto utile a prescindere dal proprio livello di partenza; in caso contrario può andar bene anche una semplice mtb o city bike, da usare quotidianamente per i propri spostamenti al posto dell’automobile, senza eccezioni.

 

Altri consigli utili per smettere di fumare 

Non solo sport: ci sono anche altri modi che possono aiutare a smettere di fumare, più o meno gradualmente. Un’app come QuitKnow! ad esempio è particolarmente utile per monitorare i propri progressi e capire anche quanti soldi si risparmiano senza sigarette, giorno dopo giorno; inoltre contiene diversi suggerimenti utili dell’OMS (Organizzazione mondiale della sanità delle Nazioni Unite). Altra cosa che può essere d’aiuto (soprattutto per non perdere la motivazione troppo presto) è annunciare a tutti la propria intenzione di abbandonare il vizio del fumo: il supporto di amici, conoscenti e parenti sarà infatti di grande sostegno per non cedere e continuare per la propria strada, resistendo alle tentazioni.

CORRELATI

spot_img
spot_img