Nicoletta-Zuliani
Nicoletta Zuliani

Lo sviluppo non può attendere soprattutto a fronte della gravissima crisi economica in corso a causa del’emergenza Coronavirus.

In questo contesto, guardando anche e non solo, agli strumenti da mettere in campo per il futuro, il Partito democratico ha depositato una mozione in cui chiede di avviare un confronto con Cassa Depositi e Prestiti per stipulare protocolli di intesa per le piccole e medie imprese del territorio, per le infrastrutture, per la rigenerazione urbana.

La Cassa Depositi e Prestiti ha infatti stanziato 25 miliardi di euro destinati solo agli enti locali, e gli interventi poderosi che ha messo in campo nel piano industriale 2019-2021 non possono vedere le amministrazioni incerte sul da farsi.

“Molte città si sono già mosse, e se non lo facciamo anche noi – spiega il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Nicoletta Zuliani – contribuiremo a quel trend che vede il Nord beneficiare di tutte quelle opportunità economico finanziarie messe a disposizione per tutti ma utilizzate sempre e solo dal Nord. Sono, questi, protocolli di intesa che la Cassa Depositi e Prestiti stipula con gli enti locali per destinare direttamente ai territori, non solo attraverso erogazioni dirette di milioni di euro, ma anche attraverso una collaborazione tecnica per la progettazione, la consulenza amministrativa sui bandi di gara per affidamento dei servizi di ingegneria e di appalto lavori, supporto nella fase della gestione dei contratti. Questi sono costi “invisibili”, ma sono molto elevati e spesso compromettono o differiscono la realizzazione delle opere di decenni”.

Con il piano industriale 2019 2021 si intende sostenere anche la piccola e media impresa coadiuvata dagli enti locali di prossimità più stretta con i territori.

“Ci sono città che già da tempo hanno avviato una collaborazione con Cassa Depositi e Prestiti: Bergamo, ad esempio, a sostegno della piccola e media impresa, delle infrastrutture e della rigenerazione urbana con – conclude la Zuliani – importanti progetti che cambieranno la città. Speriamo, con questa mozione, di dare un impulso immediato che va nella direzione di una maggiore collaborazione con chi mette a disposizione strumenti utili a superare questa terribile crisi”.