FRANKFURT AM MAIN, GERMANY - SEPTEMBER 12: Mario Draghi, President of the European Central Bank, prepares to answer a reporter's question following a meeting of the ECB governing board on September 12, 2019 in Frankfurt am Main, Germany. Draghi announced the board had agreed to drop the ECB's key rate by 10 basis points in an effort to stimulate Eurozone economies. (Photo by Sean Gallup/Getty Images)

Le nuove politiche anti-recessione annunziate nei giorni scorsi dal governatore della Banca Centrale Europea Mario Draghi, fra cui la ripresa del Quantitative Easing e l’abbattimento dei tassi sui depositi, sono destinate a riportare ai minimi storici il costo del denaro sul mercato.

Mario Draghi, con il pacchetto di stimoli approvato dal consiglio direttivo dell’Eurotower, riarma dunque il bazooka della BCE e getta le basi di nuove condizioni più favorevoli per i prestiti a lungo termine.

Buone notizie insomma per chi sta rimborsando un mutuo o per chi sta pensando di stipularne uno. I bassi tassi di interesse produrranno infatti una nuova movimentazione nel settore dei mutui, sia per l’accensione di nuovi finanziamenti per l’acquisto di casa che per la surroga di un mutuo già esistente.

Per quest’ultima in particolare, si preannunzia un boom di domande per beneficiare delle nuove condizioni di mercato.

Ma cos’è la surroga e come funziona?

La surrogazione o portabilità del mutuo è l’espressione che contraddistingue la disciplina, introdotta dal D.l. 31 gennaio 2007 n. 7 (convertito in Legge n.40/2007, la cosiddetta legge Bersani-bis), con la quale il legislatore ha inteso stimolare la concorrenza tra banche, al fine di avvantaggiare i clienti, cercando di rendere agevole la sostituzione di un vecchio contratto di mutuo con uno nuovo, meno oneroso per le tasche del debitore.

Il legislatore ha puntato sul meccanismo della cosiddetta “surrogazione per volontà del debitore”, da sempre contenuto nel Codice civile all’art. 1202, ma sostanzialmente mai praticato perché denso di problematiche operative, e che dunque la legge Bersani ha voluto attuare, semplificando il trasferimento del mutuo da una banca ad un’altra.

La corsia preferenziale per usufruire dell’abbassamento dei tassi è quello di rivolgersi ai broker, che mediano fra la clientela e un certo numero di banche, potendo quindi selezionare fra diversi istituti le condizioni più vantaggiose sia per i nuovi mutui che per la surroga.

Il nostro studio offre consulenza e assistenza in materia ed inoltre è local agency di una realtà che è leader in Italia nel settore della mediazione creditizia. Per informazioni: consulenza@studiodellesite.eu