di Katiuscia Laneri

Massimiliano Antelmi, portavoce di Fratelli d’Italia Pontinia, commenta le voci che sembrano dare per favorito Carlo Medici, ricandidato sindaco, comunicando il proprio sostegno alle prossime elezioni comunali.

“Fantomatici comitati elettorali si dicono pronti a sostenere il sindaco uscente Carlo Medici nella corsa a mantenere il posto, ma nessuno si espone in prima persona – scrive in una nota Antelmi -. Ci chiediamo come mai se il sindaco è stato così bravo come il comitato vuole far credere, nessuno firma quelle parole di elogio? Anche la sua stessa maggioranza si sta sgretolando a pochi mesi dal voto, forse non è tanto concorde sui successi attribuiti a Medici. Dimentica, inoltre, il comitato i tanti fallimenti di cui si è resa protagonista l’amministrazione Medici?”.

“Pensiamo – continua il portavoce Fdi – all’area industriale di Mazzocchio, abbandonata a se stessa, pensiamo alla mai risolta convivenza con la Sep, ricordiamo l’ex dopolavoro acquisito 3 anni fa e dimenticato , il centro di aggregazione culturale, vicino alla torre idrica finanziato e mai portato a termine da da ben 4 anni. E possiamo citare anche l’Albergo Pontino, o il nuovo campo sportivo che ha ottenuto un finanziamento dal Coni di 500mila euro previsto dal bando “sport e periferia” per l’efficientamento e la messa in sicurezza dello stesso e l’implementazione di nuovi impianti sportivi. Ultimi ma non meno importanti, ricordiamo la rigenerazione urbana e il regolamento edilizio, non pervenuti, l’ex Hilme, ed il Museo Map abbandonato anche questo”.

“Immaginiamo che il sindaco dopo essere stato eletto presidente della provincia si sia concentrato più su questo incarico che non sugli impegni e gli obblighi che lo avrebbero dovuto interessare in virtù del mandato elettorale ricevuto 5 anni fa dai cittadini di Pontinia, i quali sono stati messi da parte.

Anche per questo come Fratelli d’Italia stiamo lavorando per costruire un’alternativa per la città, con un sindaco di centrodestra che lavori a tempo pieno per essa”, conclude Massimiliano Antelmi.

Lo scorso mese di gennaio, proprio Carlo Medici, fu motivo di spaccatura all’interno di Fratelli d’Italia in consiglio comunale. Quando Paolo Torelli, si dichiarò favorevole alla ricandidatura del sindaco uscente di Pontinia, e pronto a sostenerlo. Una decisione del tutto personale che non coincideva con l’orientamento di Fratelli d’Italia con cui non c’era stato alcun confronto a riguardo, come tenne prontamente a chiarire proprio Antelmi.

Intanto, mentre il centrosinistra ha messo in campo il suo candidato sindaco anche a Pontinia, pur se in realtà si tratta di una conferma, dando inizio alla campagna elettorale, il centrodestra si dice ancora in fase di selezione e valutazione.

L’unica sola certezza data fino ad ora, da più voci, è la forza dell’unione con la quale intende affrontare la corsa alle Comunali 2021 in tutte le città che sono state chiamate al voto. Lungi qualsiasi rischio di ripetere l’esperienza di Terracina e Fondi che ha visto correre Fratelli d’Italia, separata da Forza Italia e Lega conquistando il Comune di Terracina con Roberta Tintari, al ballottaggio proprio contro il candidato Lega-FI Valentino Giuliani.