domenica 21 Luglio 2024
spot_img

Ztl, Città Domani con i commercianti: altro che salotto, il centro un tinello rurale

La Ztl è tornata al centro del dibattito politico. Prima la Soprintendenza delle Belle Arti e del Paesaggio ha stabilito che è impossibile procedere alla pavimentazione. Poi il Comitato di Commercianti Latina Centro è intervenuto ieri per bocciare totalmente la chiusura della Zona a Traffico Limitato e chiedere che sia limitata al solo fine settimana. Ora sulla stessa tematica si fa sentire “Città Domani”, di Massimo Passamonti, che già in passato aveva espresso le sue perplessità circa l’attuale assetto del centro storico di Latina. Città Domani coglie l’occasione anche per attaccare la passata amministrazione: “La Ztl votata all’unanimità, su input della maggioranza che sosteneva il Sindaco Di Giorgi? Una iattura per cittadini e commercianti, da abolire. Peccato che l’abbiate fatta così com’è, questa perpetua chiusura al traffico, metaforica prigione di idee alte ed altre ed orfana di una visione vera del centro storico”, così l’Associazione Città Domani in una nota -. Là dove è stata silente la politica, i commercianti rialzano la testa e si organizzano in una associazione a cui rivolgiamo non solo i nostri migliori auguri, ma anche una disponibilità a lavorare insieme su una alternativa per quello che il Vice Presidente Carmelo Fabrizio ha opportunamente definito il salotto del Centro Storico. Ci spiace dirlo, ma in questi mesi più che il salotto abbiamo visto un tinello rurale del tutto estraneo alla identità e alle infinite potenzialità della seconda città del Lazio”.

Adesso la pavimentazione ha subito un blocco per volere della Sovrintendenza, e il subcommissario Paolo Canaparo ha disposto che sia la prossima amministrazione ad occuparsene. Da questo nasce un’altra critica alla precedente amministrazione e agli attuali candidati sindaci: “Un’altra stranezza ci balza agli occhi, a due mesi dalle elezioni amministrative: come mai quanti, al Governo della città, facevano spallucce alle osservazioni critiche dei commercianti sull’impianto complessivo di questa Ztl, oggi avvertono profondo il bisogno di incontrarli per cospargersi il capo di cenere e spiegargli che, sì, avevano ragione loro? – continua Città Domani – Stiano certi, questi campioni della giravolta ideale, che i commercianti, quelli che ogni mattina aprono la saracinesca della loro attività con la speranza e la determinazione di creare ricchezza per la nostra comunità, non hanno alcuna intenzione di essere sbeffeggiati e che noi, insieme a loro, ci impegneremo a realizzarlo davvero quel Salotto del centro storico”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img