venerdì 20 Maggio 2022

Zicchieri lascia la Lega: il deputato pontino in dissenso con Salvini

Il deputato pontino, Francesco Zicchieri lascia la Lega. I colleghi del carroccio sono stati avvertiti della decisione di dimettersi da vicepresidente del partito a Montecitorio con un messaggio su whatsapp nel gruppo degli esponenti salviniani.

“Mi sono dimesso da vicepresidente dei deputati e nelle prossime ore farò un altro passo: me ne andrò dalla Lega. La goccia che ha fatto traboccare il vaso riguarda il Dipartimento dello sport: il mio impegno non è stato riconosciuto né nei tavoli né come referente. La rottura con Matteo Salvini non è politica, ma personale. Non è stato leale, non ha mantenuto gli impegni” sono le motivazioni del gesto che Ziccheri ha dichiarato alla stampa.

La rottura, quindi, con il leader sembra avere più un carattere personale tra promesse non mantenute e malumori che un dissenso sul programma politica.
Tra le promesse non è mantenute, è lo stesso Zicchieri a fare chiarezza, intervistato dai giornalisti di AdnKronos: “Sono rimasto di stucco, stamattina Salvini ha presentato il nuovo dipartimento dello Sport, affidato all’ex campione di volley Mastrangelo, io in quel dipartimento avevo speso tanto lavoro, ma nessuno mi ha riconosciuto nulla, sono prima di tutto colpito dal punto di vista umano”.

Da qui la drastica decisione di lasciare il carroccio per chiedere l’ingresso nel gruppo Misto. “Non cerco altri partiti, quanto resta di legislatura mi vedrà in prima fila per la difesa del mio paese, per dare il mio apporto alla nazione”.

 

 

 

CORRELATI

spot_img
spot_img