XBeach
L'avvocato Annalisa Muzio

La kermesse di 45 giorni che dal 1 giugno sta coinvolgendo l’intera provincia, “XBeach”, arriva 61° nella graduatoria della rassegna estiva di Latina “Un mare di eventi”.

Posizione non meritata secondo gli organizzatori e tutti coloro che stanno riscuotendo successo grazie ai tanti tornei di pallanuoto, boxe, tiro al bersaglio subacqueo, interregionali e nazionali.

Lunedì 17 giugno verrà chiesto l’accesso agli atti, per capire quali sono stati i criteri di valutazione seguiti per i punteggi.

“Tale determina – ha commentato l’avvocato Annalisa Muzio, presidente dell’Osservatorio per lo sport e per il turismo sportivo e dell’associazione ‘Minerva’ – che era partita con l’intento di premiare, anche con un contributo in denaro, gli eventi di rilevanza culturale e sociale, alla fine ha penalizzato ‘XBeach’. Eppure a Latina sono giunti 400 atleti, provenienti da oltre 20 regioni italiane, che assieme ai preparatori o ai coach hanno pernottato e mangiato nei ristoranti della nostra città”.

“Per ciò che riguarda il punto della determina comunale che parla della capacità dei progetti di coinvolgere altri partners – ha proseguito Muzio – voglio sottolineare che si tratta di una manifestazione che interessa le aziende e le attività commerciali del territorio e numerosi sponsor privati. Ci siamo, poi, basati solo su sostegni esterni e risorse a nostro carico, visto che il Comune che si è semplicemente affrettato a darci il patrocinio, ovviamente gratuito”.

Nell’aggiungere che uno degli scopi primari dell’Osservatorio è la collaborazione con associazioni che si occupano di disabilità, il presidente mostra ancora incredulità.

“Avevamo bisogno – ha concluso l’avvocato – per il prossimo 5 e 6 luglio, di ottenere lo spazio della piazzetta di piazzale dei Navigatori, a Foce Verde, per lo svolgimento di una gara di basket. Ora leggo che è una di quelle aree da concordare con il servizio ambiente. Ciò vuole dire che dovremo provvedere al pagamento della somma dovuta per l’occupazione del suolo pubblico. Scelte che definiamo assolutamente imbarazzanti. Siamo pronti a combattere questo tentativo di chi ci amministra di non prendere in considerazione tutto lo sforzo profuso per offrire dignità ad una Latina dormiente e assolutamente rassegnata”.