Cisternone Formia

Si prefigura un fine settimana pasquale particolarmente intenso per la città di Formia, all’insegna delle regate veliche e della cultura.

Da sabato 20 aprile a lunedì 22 aprile residenti e turisti potranno ammirare uno dei luoghi simbolo del territorio, il Cisternone romano.

Le visite saranno guidate dai volontari dell’associazione Rta Sinus Formianus e si terranno dalle 17.30 alle 20.30.

Ogni 30 minuti il viaggiatore verrà immerso in uno spazio dinamico, in cui si alternano suoni, colori, giochi di luci e di ombre.

Il Cisternone di Formia, risalente al I secolo a.C., presenta forti affinità tipologiche con la “Piscina Mirabilis” di Miseno e la celebre “Yerbatan Saray” di Istanbul.

Ma i reperti storici della città non si esauriscono qui.

Basti pensare al Teatro romano, alle due torri di Mola e Castellone, ai Criptoportici della Villa comunale “Umberto I”, il cui progetto è stato finanziato dalla Regione Lazio per un importo pari a 49 mila euro.

Tutti siti archeologici visitabili dal 25 al 28 aprile, nell’ambito dell’iniziativa “Le Dimore storiche”.

“Valorizzare il nostro patrimonio è un cardine fondamentale – ha spiegato l’assessore alla cultura di Formia, Carmina Trillino – Siamo convinti che sia nostro dovere lasciare alle generazioni future le ricchezze che abbiamo avuto la fortuna di ereditare”.