sclerosi multipla
Ileana Speziale

Non si è mai rassegnata. Ha mostrato una grande tenacia, traendo tutto il buono che c’è nelle cose anche quando la vita l’ha catapultata in un mondo assurdo, quello della sclerosi multipla.

Lei è Ileana Speziale, autrice del romanzo autobiografico “Sedotta e sclerata”. Sarà ospite della biblioteca comunale “Tenente Filippo Testa” di Formia venerdì 17 maggio alle 18.30.

Romana, di genitori calabresi, Speziale all’età di venti anni ha scoperto di essere affetta da questa sempre più comune malattia neuro-degenerativa. La scrittrice, attraverso simpatici aneddoti, trame coinvolgenti e stravaganti intrighi, racconta un pezzo della sua storia ricorrendo al personaggio di Emily.

Una ragazza come tante, che ha dato inizio ad una battaglia che la porterà a scoprire quanto sia fondamentale cogliere con passione ogni attimo.

L’iniziativa, promossa dagli assessorati ai servizi sociali e alla cultura del Comune di Formia, vuole essere un’occasione per vincere il muro della malattia.

Da qui la collaborazione con l’associazione italiana sclerosi multipla e l’associazione “Libera Civitas” di cui l’autrice è la presidente. A riguardo, Ileana Speziale ha realizzato vari documentari, “La storia in movimento”, “La bella Utopia”, “Il Congresso degli Arguti”, “Il Campidoglio” e progetti a sostegno delle popolazioni dei villaggi della Diocesi di Conakry della Repubblica di Guinea.

“Non c’è inclusione senza conoscenza – ha commentato l’assessore ai servizi sociali Giovanni D’Angiò –  ‘Sedotta e sclerata’ va in tale direzione. Un piccolo contributo per guardare alla sclerosi multipla con rispetto, leggerezza, serenità, coraggio e senza cedere ai banali stereotipi”.

Ad evidenziare il ruolo della parola, l’assessore alla cultura Carmina Trillino: “E’ uno strumento straordinario per decodificare le nostre paure. I libri e le biblioteche sono punti di riferimento per ritrovarci come comunità. Il fine del sapere è aiutarci ad essere più consapevoli, più solidali, più felici”.