domenica 23 Giugno 2024
spot_img

Via Almirante a Latina è ormai un caso, la controreplica di PD e Anpi

di Giusy Cavallo – È botta e risposta, ormai, sulla questione dell’intitolazione di una strada a Giorgio Almirante. Se il segretario del PD di Latina e l’Anpi si erano detti profondamente contrari alla proposta avanzata dai consiglieri di maggioranza, Cesare Bruni e Gianni Chiarato, questi ultimi avevano replicato alle obiezioni con un post del blog di Bruni ospitato proprio sul nostro quotidiano. La polemica era anche uscita dai confini della città per arrivare alla Regione Lazio dove Storace ha chiesto l’intervento del Presidente Zingaretti affinché incoraggi l’intitolazione di una via a Giorgio Almirante a Latina “città che storicamente tributò copiosi consensi elettorali” all’ex segretario del MSI.

Adesso arriva alla nostra Redazione la controreplica di Anpi e PD che riportiamo, così come richiestoci esplicitamente, in maniera integrale.

“Gentile redazione,

leggiamo l’articolo a firma Bruni e Chiarato con cui, per rafforzare la perorazione dell’intitolazione ad Almirante di una via a Latina, vengono utilizzate le recenti parole del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e in cui compare, finalmente, finalmente la parola “fascisti” prima non utilizzata. Ai consiglieri vogliamo contrapporre, se ci viene data opportunità, che le nostre argomentazioni non sono vecchie, come da essi affermato, perché l’antifascismo è, a tutt’oggi, valore fondante della Repubblica. Semmai è vecchio, perché già visto e rivisto, il loro tentativo di giungere alla “memoria condivisa” cui anelano attraverso le omissioni e l’uso strumentale di argomenti non attinenti.

Le recentissime parole del Presidente della Repubblica, da essi riportate, infatti, non hanno alcun valore assolutorio delle gesta di Almirante né, tantomeno, invitano a ricordarlo nella toponomastica delle città italiane. A quanto già menzionato nel nostro precedente intervento, aggiungiamo il ricordo di Ernesto De Marzio, ai tempi capogruppo MSI alla Camera, dell’incontro tra Almirante e Junio Valerio Borghese avvenuto nel 1970, anno del tentativo di golpe dell’Immacolata, nel quale a precisa domanda Almirante rispose “Comandante, se parliamo di politica, e tu sei dei nostri, devi seguire le mie direttive, ma se il terreno si sposta sul campo militare allora saremo noi ad attenerci alle tue indicazioni.” Del resto lo stesso Almirante, ancora nel 1986, scriveva alla deputata Muscardini: … in tema di presunto, e più ancora presuntuoso “superamento” del fascismo… puoi stare certa che il mio ultimo respiro sarà fascista, nel nostro senso del termine, perché per me, per noi, si tratta della battaglia di tutta la nostra vita. Sei autorizzata a sbattere in faccia a chicchessia questa mia lettera, che non è confidenziale”.

Leggendo queste ultime righe, in virtù della loro storia personale, i consiglieri Bruni e Chiarato possono vivere un sussulto di emozione ma, in quanto amministratori di una comunità e non tifosi di una parte politica, dovrebbero tenere conto che di altro tipo di sussulto potrebbero raccontare, parimenti, altri concittadini con storie personali diverse. Per questo la loro mozione andrebbe ritirata prima di giungere a una votazione che, comunque vada, non rappresenterà la pagina più edificante nella storia cittadina.

Al fine di permettere ai lettori una valutazione più complessiva delle nostre rgomentazioni e del dibattito in corso, Vi chiediamo di pubblicare, se possibile, il testo integrale del precedente comunicato stampa, integrato di queste nostre ultime considerazioni. Crediamo che soltanto in questo modo ai cittadini sarà offerta l’opportunità di formare compiutamente una propria libera convinzione”.

Sergio Zaccagnino, presidente ANPI Sezione di Latina
Quattrola Gioacchino, segretario comunale del Partito Democratico di Latina

VIA ALMIRANTE A LATINA, STORACE: “SAREBBE SEGNALE POSITIVO. ZINGARETTI INCORAGGI LA DECISIONE”

PERCHÉ UNA VIA ALMIRANTE? LE MOTIVAZIONI LE HA DATE IL PRESIDENTE NAPOLITANO di Cesare Bruni

VIA GIORGIO ALMIRANTE, IL PD E L’ANPI DI LATINA CONTRO LA MOZIONE DI BRUNI E CHIARATO

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img