Il sindaco Damiano Coletta

La palazzina B dell’Hotel Excelsior di Latina Scalo sarà dedicato all’isolamento delle 23 persone risultate positive al Covid 19.

Si tratta dei senzatetto che ospitati nel dormitorio di via XXIV Maggio.

Lo ha comunicato la prefettura dopo un incontro urgente con il sindaco di Latina, il questore e un rappresentante della Asl.

Il Comune di Latina provvederà, tramite la polizia locale alla vigilanza della struttura tra le 8 e le 22. Nelle ore notturne questa attività sarà svolta con il supporto di un istituto di vigilanza privata, a partire da domani.

“Ieri ci siamo ritrovati di fronte a una situazione estremamente complessa – spiega il sindaco di Latina, Damiano Coletta – presso il dormitorio invernale. Voglio prima di tutto ringraziare coloro che si sono adoperati, insieme al sottoscritto, per trovare una soluzione che appariva tutt’altro che scontata. In modo particolare mi sento di dire grazie al personale sanitario impegnato nelle operazioni di test, al Comitato provinciale della Croce Rossa Italiana e alla Cooperativa Medihospes che gestisce la struttura di viale XXIV Maggio”.

La Asl si prenderà, infatti, carico dell’assistenza sanitaria e di quanto altro necessario per la gestione degli ospiti.

“Tra ieri e oggi ho visto davvero tante persone lavorare con garbo e professionalità in un contesto molto delicato, con persone fragili. È stato anche attraverso il comportamento responsabile di tutti che la situazione è stata affrontata in maniera virtuosa e con il massimo rispetto delle persone coinvolte. Ho seguito – conclude Coletta – tutte le operazioni in prima persona sin dalla prima ora, il ruolo di sindaco è anche questo”.