lunedì 20 Maggio 2024
spot_img

Vertice in Comune a Latina, rientra lo stato di agitazione del personale della Csc

Rientra l’agitazione dei dipendenti del trasporto pubblico locale a Latina. Grazie ad un incontro in Comune a Latina, alla presenza del Sindaco Matilde Celentano, l’assessore alla Mobilità Gianluca Di Cocco, il segretario generale Alesssandra Macrì, il Presidente del Consiglio comunale Raimondo Tiero e il Direttore generale Agostino Marcheselli, i vertici dell’azienda del trasporto locale CSC, rappresentati dal Presidente Giuseppe Cilia e dall’Amministratore delegato Giuseppe Ottone, che hanno incontrato i lavoratori dell’azienda, rappresentati dal sindacato Faisa-Cisal, ai quali hanno garantito che a seguito delle rassicurazioni ottenute dall’amministrazione comunale di Latina in merito al trasferimento dei contributi regionali assegnati per il servizio Tpl del capoluogo pontino, provvederanno immediatamente a dare risposta alle istanze dei lavoratori della società, garantendo subito l’erogazione dei buoni pasto relativi alla mensilità corrente.

“Tutto è bene quel che finisce bene – ha commentato il Presidente Cilia – Siamo certi che questa amministrazione abbia compreso l’importanza di avere un servizio di trasporto capace di dare risposte adeguate alle necessità e alle aspettative dell’utenza cittadina. Sarà mia cura garantire che l’azienda tornerà da subito a fare meglio quello che ha sempre fatto bene”.

Dal canto suo l’amministrazione, per voce dell’assessore e del Direttore generale, ha spiegato ai lavoratori e al sindacato che li rappresenta che ci si è già attivati con un tavolo tecnico per riannodare i fili di un iter cominciato prima dell’arrivo di questa amministrazione e che si garantisce l’impegno a portare in Consiglio comunale entro quindici giorni la variazione che consentirà di mettere in Bilancio le somme erogate dalla Regione per poi trasferirle all’azienda.

“A fronte delle rassicurazioni dell’ente e della società – spiega Renzo Coppini, delegato regionale della Faisa Cisal – ci riteniamo pienamente soddisfatti e ci attiveremo per addivenire ad accordi migliorativi per i lavoratori e per il servizio”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img