Verde pubblico, le Acli pronte a gestire i parchi: la proposta ai candidati sindaci

Parco Pubblico Latina

La gestione dei parchi pubblici potrebbe essere affidata alle Attività del Terzo Settore. Questa la richiesta che arriva dalle Acli di Latina, dal Presidente Maurizio Scarsella e dal direttore Nicola Tavoletta, rivolta direttamente alla prossima amministrazione. “La trascuratezza dei parchi è ormai una questione aperta, causata dalla mancanza di risorse, ma la sempre maggior fruizione rende questo tema importante per la integrazione sociale nei quartieri, in particolare dei bambini e degli anziani, per la tutela dell’ambiente, per la pratica degli sport liberi e per il decoro della città”, così le Acli in una nota. Per questo propongono l’applicazione di progetti di economia civile e circolare per la gestione dei parchi.

“Le Amministrazioni comunali potrebbero affidare la gestione dei parchi a coordinamenti territoriali di Terzo Settore, che includendo l’impegno dei locali cittadini ed una quota di risorse tributarie del quartiere, avrebbero il compito di svolgere i lavori di normale gestione, di svolgere una programmazione di attività sociali condivise, di prevenire e segnalare problemi di sicurezza – prosegue la nota – I parchi rimarrebbero pubblici e gratuita la fruibilità, compresa quella delle strutture ludiche o sportive, così la partecipazione alla programmazione sociale, ma si concederebbe agli operatori di Terzo Settore di finanziare ciò tramite attività economiche di accoglienza”. Gli operatori del Terzo Settore sarebbero il soggetto più adatto allo scopo perché non hanno alcun fine economico. Allo stesso mdo potrebbero proporre sistemi di commutazione della pena e baratto amministrativo.

“Le ACLI Provinciali di Latina segnalano agli Amministratori locali e ai candidati tale proposta e chiedono a tutti un incontro su tale tema, mettendo a disposizione le proprie risorse e le competenze per rendere possibile la realizzazione di questa stessa soluzione amministrativa – conclude la nota – Le ACLI stesse si rendono disponibili a sostenere tali progetti per i parchi pubblici comunali. Alcuni candidati alla carica di Sindaco, proprio a Latina, hanno aperto il dibattito sulla dottrina sociale e la cultura cristiana, questa proposta è un progetto concreto sul quale cimentare il confronto e tramite il quale realizzare risultati innovativi subito dopo le elezioni”.

LA RISPOSTA DI CALANDRINI – “Accolgo con molto interesse la proposta dei rappresentanti delle Acli provinciali per affrontare l’emergenza legata all’incuria del verde pubblico a Latina: il loro progetto di gestione partecipata, che coinvolga i cittadini ed il Terzo settore, è in perfetta sintonia con quanto da me proposto a più riprese”, così il candidato sindaco di centrodestra ha risposto all’invito delle Acli. “Sono convinto che siano anche queste le risorse da reperire per assicurare il doveroso decoro alla città – ha proseguito Calandrini in una nota – le situazioni di degrado saranno scongiurate affidando le aree verdi pubbliche a tali operatori in cambio della gestione delle attività di accoglienza”. Il candidato sindaco si è detto disponibile a incontri per discutere del tema e ha anticipato che intende coinvolgere anche Cia, Confagricoltura e Coldiretti.

* Foto presa dal gruppo Facebook Latina Degrado Urbano

SHARE