tartaruga Ventotene

Tornerà a solcare il mare il prossimo 14 ottobre la tartaruga Aprea, recuperata a largo di Santo Stefano lo scorso maggio.

Dalla spiaggia di Cala Nave sull’isola di Ventotene, a partire dalle 12, l’animale marino verrà liberato davanti alla platea dei ragazzi della scuola elementare, dei numerosi giovani di tutta Italia, della rete regionale TartaLazio.

“Aprea non era più in grado di immergersi perché aveva ingerito plastica, procurandosi una grave occlusione intestinale – ha affermato il dottor Romano, direttore della Riserva naturale – Sarebbe potuta essere letale se non fossimo intervenuti in tempo”.

Grazie, infatti, ai ricercatori della Stazione zoologica di Napoli, capitanati da Sandra Hochscheid, responsabile scientifico del Crtm di Portici, la tartaruga è stata curata e riabilitata.

Un progetto che in pochi mesi ha riscosso enorme successo.

Dall’inizio dell’estate ad ottobre, sono circa 20 le diverse razze di testuggini censite nell’area pontina. Tra queste anche un esemplare catturato e rilasciato immediatamente, con un trasmettitore satellitare che sta viaggiando alla volta del Mediterraneo.

“E’ solo un arrivederci – ha dichiarato il sindaco di Ventotene e presidente di Amp/Rns, Gerardo Santomauro – Visto l’esito ci mobiliteremo affinché nei prossimi anni si possa dare continuità a questa importante collaborazione scientifica”.