lunedì 28 Novembre 2022

Veneruso & Co, ancora indagini su Meccano. Processo Permaflex: tutto da rifare

di Redazione – Torna al centro dell’attenzione mediatica la vicenda della Meccano Aeronautica, l’impresa che avrebbe dovuto riassorbire i lavoratori della Goodyear di Cisterna. La società invece è stata dichiarata fallita nell’ottobre 2012. Tra gli indagati per bancarotta figurano alcuni già protagonisti di altri crac del gruppo Veneruso. Oltre ad Alberto Veneruso, con lui Giorgio Di Mare, Maurizio Genovese, Mario Schisa e Claudio Pepè Sciarria. Anche per Meccano quello che le indagini stanno rivelando è la stessa procedura seguita per i crac di Agw, Alfer, Rail e Aviointeriors. Meccano sarebbe stata svuotata di ogni bene. L’attività, l’immobile di Cisterna e la produzione sarebbero transitati da una società all’altra fino a perdere ogni valore.

Intanto riparte da zero il processo per il crac di Permaflex. Le difese degli imputati, alcuni dei quali presenti anche nella vicenda Meccano, non hanno prestato il consenso al cambio del collegio penale che dovrà pronunciarsi sul fallimento dell’altra azienda di Veneruso. Gli indagati in questa vicenda sono Alberto Veneruso, Giancarlo Nastro, Giuseppe Vitiello, Giuseppe Maranghi, Giorgio Di Mare, Marco Cimino, Maurizio Genovese e Roberto Santoro. Si tornerà in aula il 12 novembre. Nel frattempo senza il rinnovo del collegio penale dovranno essere nuovamente riascoltati i testimoni di parte civile, quelli del pubblico ministero e quelli della difesa.

CORRELATI

spot_img
spot_img