Il sindaco Damiano Coletta, l’ex commissario prefettizio Giacomo Barbato, la direttice generale Rosa Iovinella e altri dirigenti del Comune in carica dal 2016 sono stati rinviati a giudizio dalla Corte dei Conti per danno erariale sulla vicenda di vandalizzazione e del ritardo nei lavori di ripristino delle funzionalità delle strutture del parco Vasco de Gama.

“Il Parco – hanno commentato dal Comune – già nel 2016, anno di insediamento di questa amministrazione, risultava essere stato vandalizzato. La questione del Vasco de Gama è quindi un vecchio problema per il quale si stanno trovando specifiche soluzioni recuperando il finanziamento europeo e rendendo il parco ancora più funzionale in virtù dei numerosi interventi già effettuati e tuttora in corso, obiettivi raggiunti nonostante le numerose difficoltà dovute anche alla pandemia.

L’amministrazione pertanto confida nella positiva soluzione anche di questa questione, fiduciosa negli esiti del processo che affronterà presso la Corte dei Conti dimostrando come sempre l’impegno verso la città”.