martedì 18 Gennaio 2022

Variante Omicron, il Governo valuta un lockdown per i non vaccinati

La variante Omicron e l’aumento dei contagi fanno ripensare a regole e obbligo del vaccino. Si discute al Governo per scongiurare il blocco del paese, sia a livello sanitario (necessario quindi cercare di frenare i contagi), sia a livello economico (le molteplici quarantene stanno di nuovo mettendo a dura prova gli imprenditori e non solo).

Il Green pass base e il tampone hanno i giorni contati. Si va verso l’obbligo del Green pass rafforzato per tutti i lavoratori se non addirittura l’obbligo vaccinale, almeno per i dipendenti della pubblica amministrazione, come ha ipotizzato il ministro Renato Brunetta. Si sta valutando, inoltre, un lockdown per i non vaccinati, come è stato già fatto in Germania con buoni risultati.

Sul tavolo anche la proposta delle Regioni di accorciare la quarantena in caso di contatto con positivi. Oggi sono previsti 10 giorni per chi non è vaccinato e 7 giorni per gli altri. Si pensa di portarla a 5 o anche 4 giorni per chi ha fatto la terza dose, o la seconda da meno di 4 mesi. Il Comitato tecnico scientifico però frena: secondo qualcuno è il momento di misure più restrittive e non di un “libera tutti”.

Anche la validità dei tamponi è sotto accusa, se come sembra uno su quattro è un falso negativo. Un margine di errore troppo alto.

CORRELATI

spot_img
spot_img