sabato 1 Ottobre 2022

Urbanistica, La Rosa si dimette. Sulle varianti prevale la volontà di Di Giorgi

di Eleonora Spagnolo – L’assessore La Rosa ha rassegnato le dimissioni. Come avevamo anticipato già stamattina l’ex Prefetto ha rinunciato al suo ruolo alla guida dell’Urbanistica del comune di Latina. I dissidi con la maggioranza non erano più un mistero e probabilmente l’ex Prefetto non se la sentiva di continuare un’esperienza in solitaria. Oggetto del contendere sono stati i piani urbanistici. La Rosa era chiamato a districare la matassa sulla quale già la magistratura stava indagando, ma la decisione di oggi lascia intendere che si era trovato a gestire un compito al di là delle sue possibilità. Troppo gli interessi in ballo.

Ufficialmente passa la linea del Sindaco Giovanni Di Giorgi (e della maggioranza) in merito ai piani urbanistici. Di Giorgi ha scritto al governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e all’assessore Michele Civita. Nel testo Di Giorgi riepiloga gli incontri tra i funzionari tecnici di Via della Pisana e i funzionari del Servizio Urbanistica del Comune. Nell’incontro sono emerse due visioni diverse dell’iter che ha portato all’approvazione dei piani. “Secondo i funzionari regionali, sarebbe necessario individuare un diverso percorso normativo di riferimento per il procedimento di approvazione dei piani medesimi. Quanto sopra – afferma ancora il primo cittadino – appare, peraltro, in contrasto con gli orientamenti in precedenza espressi da Codesta Regione a proposito dell’approvazione di identici strumenti urbanistici, i cui effetti sono ormai divenuti irreversibili”. La missiva prosegue: “Chiedo con ogni consentita urgenza la fissazione di un incontro per definire, nei termini sopra indicati, la tipologia degli atti, i loro contenuti e l’individuazione degli istituti giuridici di semplificazione amministrativa e la relativa tempistica certa”. Prevale quindi quanto già trapelato nei giorni scorsi: la Regione ha espresso criticità sui piani, ma, è la posizione del Sindaco, se gli stessi piani non vanno bene spetta a Via della Pisana bocciarli e indicarne la motivazione, alla luce del fatto che piani redatti da diversi comuni con le procedure identiche a quelle eseguite a Latina non hanno trovato ostacoli dai tecnici Via della Pisana.

CORRELATI

spot_img
spot_img