Fabrizio De André

Una via dedicata a Fabrizio De André a Latina. È questa la proposta dell’assessore alla cultura Silvio Di Francia, arrivata per ora tramite Facebook. L’idea arriva a distanza di 20 anni dalla morte del cantautore genovese.

“Sono passati venti anni dalla scomparsa di Fabrizio De Andrè: era l’11 gennaio 1999. In molte città c’è una strada, una piazza, un largo con il suo nome. Forse mi sbaglio, ma credo che a Latina non ci sia una via De Andrè (neanche una via del Campo). Sarebbe bello proporla. Magari in un parco, dove qualche ragazzo o qualche vecchio appassionato, la prossima volta, al prossimo anniversario, potranno darsi appuntamento e portarsi una chitarra e intonare ‘umbre de muri, muri de mainé, dunde ne vegnì duve l’è ch’ané…”, scrive l’assessore.

E in qualche modo torna sulle tante polemiche che hanno accompagnato le scelte sulla toponomastica compiute a Latina: “Dice: una strada cosa ti cambia per il ricordo della sua grandezza? Niente. Le strade sono strade, e quando le cerchi sullo stradario non stai certo lì a pensarci, men che meno se sono piene di buche. Eppure da qualche parte, qualche volta, può capitare che sotto quella targa qualcuno ci pensi e ricordi quella canzone, quella volta. Oltre la toponomastica e i codici di avviamento postale”.