di Redazione – Nuova cucina per il carcere di Latina, la struttura di Via Aspromonte si è dotato di locali ristrutturati e nuove attrezzature per la preparazione dei cibi. Questo grazie ai fondi messi a disposizione dalla Provincia di Latina e ai lavori realizzati dall’impresa 3M Costruzioni di Fondi.

Un progetto fortemente voluto dalla direttrice della Casa Circondariale, Nadia Fontana, e dal Provveditore dell’Amministrazione penitenziaria del Lazio, Maria Claudia Di Paolo, e realizzato con il lavoro dei detenuti che si sono impegnati nella realizzazione di tutte quelle opere non comprese nei finanziamenti provinciali. “Hanno dimostrato capacità, determinazione e spirito di abnegazione, qualità essenziali per la ricostruzione del loro progetto di vita una volta che saranno fuori dal carcere” ha detto soddisfatta la direttrice Fontana. I detenuti lavoreranno anche in cucina come cuochi e saranno responsabili della struttura.

All’inaugurazione, in stile molto sobrio, hanno partecipato anche il Garante dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni, il Presidente della Provincia facente funzioni, Salvatore De Monaco, e il suo predecessore Armando Cusani che aveva dato il via ai finanziamenti.

“Qui a Latina il rapporto tra l’istituzione e il mondo esterno è esemplare. La cosa più importante, e per la quale non ringrazierò mai abbastanza la direttrice Fontana, è la consapevolezza che il carcere non è un corpo estraneo alla città, ma una parte viva del territorio”.