dav

La curiosità la fa da padrone. Sulle impalcature esterne il cartello riporta, con una modifica aggiunta rispetto alla data prevista, di chiusura dei lavori entro maggio 2020.

Ma in città sull’apertura del megastore che prenderà casa nello storico palazzo ex Porfiri si vocifera possa esserci una anticipazione.

Una luce che spezzerà il buio che in questi anni, con una forte accelerazione negli ultimi mesi, ha contraddistinto proprio il centro di Latina nell’area delimitata dalla contestata Ztl.

In una manciata di settimane, infatti, tantissimi sono i negozi storici di Latina che hanno abbassato le serrande lasciando solo tristezza e desolazione.

Sono trascorsi ormai oltre dieci anni dalla chiusura dello storico negozio della famiglia Porfiri dove intere generazioni della “Latina bene” e non solo acquistavano capi di abbigliamento e stoffe pregiate.

Il progetto era sul tavolo da tempo.

C’era stato un lungo periodo di vuoto con l’incertezza sul futuro di quello che rappresenta un palazzo simbolo della città e della sua storia che torna a vivere grazie al progetto rivoluzionario ed innovativo della famiglia Pistilli che lo ha acquistato.

Poi nel 2019 l’inizio dei lavori, le transenne, la carta a coprire le vetrine.

Ed ora l’attesa è quasi finita per quello che si prospetta non solo come un megastore ma come un progetto che sarà capace di rivoluzionare il centro di Latina.

A tenere tutti con il fiato sospeso è soprattutto la “sorpresa” roof garden che potrebbe dare anche una nuova visione della Latina di domani.