Forte, vigoroso, deciso, determinato, coraggioso… cioè donna.

Questo il nuovo mantra della politica in provincia di Latina e non solo dove le donne, ultimo il caso del candidato di Terracina, sempre più spesso si collocano alla guida di un partito o di una coalizione proponendosi per ricoprire ruoli guida.

Sul territorio le pioniere erano state Carla e Sesa Amici in seno alla sinistra. Ma oggi è nel centrodestra ed in particolar modo in Fratelli d’Italia, dove Giorgia Meloni è capo carismatico ed accreditato, che si gioca la partita più importante.

Ieri a Terracina la Meloni al fianco di Roberta Tintari ha rubato la scena, potere anche dell’iconografia politica, a tutti gli uomini di vertice che si limitavano a fare da cornice alle loro spalle.

A Borgo Hermada c’erano tantissimi militanti, provenienti anche da altri Comuni del territorio, e cittadini intervenuti per ascoltare il leader che è riuscito a spezzare il pregiudizio “di genere” e che per questo piace indistintamente a uomini e donne.

La Meloni ha parlato di temi nazionali, quello che si stanno portando in giro per tutta Italia nelle Regioni e nei Comuni chiamati al voto, così come ha fatto il suo omologo della lega, Matteo Salvini.

Poco del territorio dove si è concentrata a sottolineare l’esigenza di dare continuità all’amministrazione “che ha ben operato nell’interesse dei cittadini”.

Il segnale più forte sta però nel fatto che mani mano l’idea di un sindaco donna si fa strada sul territorio.

Lo fa più no solo in seno a liste civiche ma in quei partiti che, di norma e consuetudine, nonchè nei fatti che la storia riporta, sono sempre stati a traino maschile.

Una sfida quella di Fratelli d’Italia a Terracina che potrebbe  trovare una partita analoga anche nel Comune capoluogo ma in cui la scelta del candidato sindaco sembra essere tutta in salita non tanto per quanto concerne la scelta della persona giusta da collocare al posto giusto quanto per qualche “ambizione” di troppo di Fratelli d’Italia stesso.

Nel 2021 al voto andranno città importanti in provincia di Latina. Il candidato sindaco, per tutte le coalizioni, i partiti singoli, le liste civiche, dovrà essere anche “forte, vigoroso, deciso, determinato, coraggioso”… non sia mai che fosse anche donna.