Latina Scalo deve avere un presidio dedicato all’emergenza urgenza. Un punto di primo soccorso che possa essere riferimento per una comunità in costante crescita ma anche per migliaia di pendolari che fanno scalo alla stazione ferroviaria riferimento non solo del capoluogo ma dell’intera provincia.

E’ il progetto su cui da anni, dal 2010, per essere precisi, l’ex consigliere comunale, ed esponente di Forza Italia a Latina, Mauro Anzalone, sta lavorando.

“Quell’anno – spiega Anzalone – raccolsi circa 5000 firme per chiedere l’apertura di un punto di primo soccorso. La situazione politica ed economica purtroppo influenzó negativamente questo progetto ed i governi di centrodestra e centrosinistra in Regione, che si sono alternati, hanno fatte cadere nel vuoto la proposta. Oggi la situazione per assurdo, nel periodo Covid potrebbe essere quella ideale in quanto, il Recovery Found porterà una pioggia di miliardi nelle nostre casse che dovranno essere utilizzati proprio per la cura della nostra salute”.

Latina scalo ormai conta quasi 20 mila abitanti ed è assurdo che non ci sia una struttura sanitaria per accogliere quelle persone che hanno necessità di un primo intervento medico.

“Si potrebbe ristrutturare per esempio la ex caserma di via Gloria ed adibirla proprio a punto di primo soccorso; le misure sono ideali, parcheggio ampio ed anche in discrete condizioni. Da dirigente ed esponente di Forza Italia, ho scritto una lettera al presidente della commissione sanità regionale, Giuseppe Simeone, affinché si possa fare uno studio di fattibilità in tal senso. Se necessario, siamo pronti a raccogliere altre migliaia di firme perché, con la salute dei cittadini non si scherza”.