lunedì 17 Gennaio 2022

Un flop la marcia su Roma, ma Calvani assicura: non ci fermiamo!

Un flop la manifestazione dei forconi organizzata ieri a Roma dal leader del Movimento Danilo Calvani. L’imprenditore pontino, dal palco allestito in piazza del Popolo, ha dato la colpa al ritardo dei treni perché le persone in piazza erano sì e no 3 mila e non 15 mila come ipotizzato dagli organizzatori della protesta.

Durante il discorso di Calvani cori da stadio per il Papa e insulti, invece, per il Capo dello Stato Napolitano da parte dell’ala dura della protesta. Le persone che ieri erano in piazza hanno chiesto a gran voce le dimissioni di tutti i politici italiani.

La protesta, comunque, non si ferma. I presidi, come ha fatto sapere Calvani, verranno allentati in tutti Italia durante le feste di Natale ma poi si tornerà a fare sul serio. La componente più pacifica inizierà il presidio permanente a Roma a partire da domenica prossima, dopo la messa in piazza San Pietro. “Siamo arrabbiati ma non violenti, la nostra è una protesta pacifica” ha assicurato Calvani.

 

CORRELATI

spot_img
spot_img