uccisione di animali

Perizia psichiatrica per l’uomo che avrebbe ucciso il cane Lucky ed è accusato di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale. Questa mattina si è tenuta l’udienza preliminare davanti al giudice del tribunale di Latina, Giuseppe Cario. L’avvocato del 69enne, Giovanni Codastefano, ha chiesto l’abbreviato condizionato alla perizia, proprio per chiarire la capacità di intendere e volere del suo assistito.

Il gup ha così ammesso l’abbreviato condizionato. Il rito prevede la riduzione di un terzo di un’eventuale condanna e il giudizio sulla base degli elementi raccolti durante le indagini e, in questo caso, anche sulla base della perizia psichiatrica.

Il pubblico ministero Sgarella ha dato parere favorevole. Durante l’udienza l'”Associazione amici del cane” si è costituita parte civile nel procedimento, presentando una richiesta economica di risarcimento di 50mila euro. Non hanno presentato la richiesta di partecipare al processo, invece, la moglie e i familiari dell’uomo, che vivono ora in una località protetta.

L’udienza è stata rinviata al 25 febbraio prossimo per il conferimento incarico ad un consulente medico per l’accertamento.