sabato 26 Novembre 2022

Tutto sulla frizione e sulla digitazione della frizione

 

In un modo o nell’altro, ogni proprietario di un’auto si troverà prima o poi a dover riparare la frizione del proprio veicolo. Se chiedete un consiglio a un automobilista più esperto, è probabile che vi sentiate dire: “Rivolgetevi a un servizio auto”. E sarà un ammonimento abbastanza corretto, perché questo dettaglio è molto difficile da riparare o sostituire. Tuttavia, ciò non significa che non sia necessario conoscere le informazioni di base sulla frizione. Come altri componenti, anche questo tende a subire danni sia maggiori che minori. Vale la pena di avere informazioni di base sull’argomento per non farsi ingannare.

Foto della frizione auto tratta da www.auto-doc.it

Che cos’è la frizione?

Partiamo dal fatto che la frizione è uno degli elementi chiave della trasmissione. Il compito della frizione è quello di trasferire la coppia dal volano del motore all’albero primario della trasmissione. Più in dettaglio, premendo il pedale della frizione si interrompe il collegamento (cioè il tempo di pressione del pedale) tra il motore e il cambio. Questa disconnessione consente di inserire la marcia necessaria al momento. Che cosa significa alla fine? Solo che questa parte protegge la trasmissione dal sovraccarico e assorbe tempestivamente le vibrazioni del motore.

Tipo di frizione

Oggi le macchine sono dotate di vari tipi di frizioni. Si differenziano a loro volta per le caratteristiche della configurazione e per i principi di funzionamento. Prendiamoli in considerazione.

  • La prima e più comune variante è la frizione a secco. In questo caso, la frizione stessa avviene senza elementi ausiliari grazie al contatto delle parti asciutte del disco condotto e di quello guidato.
  • La seconda variante è la frizione a bagno d’olio. Come si può intuire, le parti a contatto tra loro sono nel liquido. Questo fluido è l’olio. Questa variante evita le interruzioni di corrente.
  • Un’altra variante è la frizione a secco con due dischi. In questo caso non si tratta più di uno, ma di una coppia di dischi slave completi di distanziali. Con questa variante è possibile trasmettere una coppia maggiore.
  • L’ultimo tipo è il volano a doppia massa. In questo caso, c’è una parte collegata rigidamente al motore e un’altra collegata al disco folle. La coppia viene trasmessa nel modo più efficiente possibile e le vibrazioni vengono attenuate in modo più efficace.
  • Esiste anche una classificazione in base al metodo di controllo. In questo caso, dipende dall’unità.
  • La frizione funziona trasmettendo la rotazione dal volano all’albero di aspirazione del cambio stesso. È il tipo più comune. A seconda del design, può contenere un solo disco, due o più dischi. La frizione è di questo formato e si trova nei cambi manuali.
  • Le frizioni idrauliche, invece, sono installate nelle trasmissioni automatiche. Questa variante continua a trasmettere la coppia nello stesso modo. Tuttavia, questo si ottiene con l’olio per ingranaggi.
  • L’elettromagnetico è utilizzato nei riduttori robotizzati. In questo caso, il motore e la trasmissione sono collegati tramite elettromagneti.

CORRELATI

spot_img
spot_img