turismo termale
Giuseppe Simeone

”Sviluppare il turismo termale è possibile solo potenziando il sistema infrastrutturale del basso Lazio”.

A mettere voce in capitolo è il capogruppo regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone, che ha presentato un emendamento volto a chiedere un rafforzamento della rete viaria nel sud della provincia di Latina.

“Dovrebbero essere un fiore all’occhiello, un segmento importante dell’economia – ha detto il presidente della commissione sanità – Penso in particolare alle terme di Suio, dove l’acqua arriva direttamente dalle viscere della terra. Questo territorio però parte svantaggiato. Ci sono impianti che fanno fatica a farsi notare, perché poco raggiungibili. Perciò bisogna mettere in campo una serie di azioni per migliorare i collegamenti, in particolare con la costa pontina, e la vivibilità della zona. E’ essenziale unificare l’offerta turistica, unendo mare, monti e terme”.

Una risorsa che garantirebbe vantaggi a livello archeologico ed enogastronomico.

“Ma per fare ciò occorre avvicinare il bacino d’utenza turistico metropolitano (sia da Roma che da Napoli) al sud pontino. Diventano prioritari gli investimenti pubblici e privati per consentire di uscire dall’isolamento con il resto del Paese”.