martedì 9 Agosto 2022

Tripodi: “Università e Nucleo di Fondazione siano priorità su Latina”

di Raffaele Di Ronza

La Lega detta la linea all’Amministrazione Coletta per la salvaguardia degli immobili di Fondazione a Latina. ”Il Comune di Latina – si legge in una nota stampa a firma del consigliere regionale e capogruppo del partito di Salvini Angelo Tripodi – acquisisca il palazzo dell’ex Banca d’Italia, grazie agli emendamenti della Lega accolti nella legge di stabilita 2021 e nel Documento di economia e finanza 2021-2023 della Regione Lazio, e metta in campo un piano per gli altri immobili storici del Nucleo di Fondazione, redigendo un nuovo piano urbanistico, mobilità, sosta, commercio e centro storico”. Tripodi coglie l’occasione per presentare a Coletta uno dei punti del programma del suo rivale alle ultime elezioni, Vincenzo Zaccheo, che con la coalizione di centrodestra ha sfiorato la vittoria al primo turno.

”Il polo universitario diffuso tra i gioielli storici e architettonici del Nucleo di Fondazione – aggiunge poi Tripodi – è un sogno dell’ex sindaco di Latina Ajmone Finestra, portato avanti dalle amministrazioni di Vincenzo Zaccheo, che era sostenuto anche dalle forze politiche presenti nei Consigli comunali dell’epoca. Non soltanto l’ex palazzo della Banca d’Italia, ma bisognerebbe acquisire anche i palazzi dell’Intendenza di Finanza, del Catasto, delle Poste e M, su cui c’è un accordo di programma tra gli enti interessati pubblicato in Gazzetta Ufficiale e mai revocato.

Latina avrebbe una vocazione universitaria che migliorerebbe l’offerta formativa, anche con una sede decentrata della Scuola nazionale della pubblica amministrazione, in vista della realizzazione del nuovo ospedale di Latina presso Borgo Piave; inoltre, il polo universitario nel Nucleo di Fondazione avrebbe degli immensi benefici per il centro storico e le attività commerciali, assicurando un ingente flusso di presenze giovanili che cambierebbe il volto degli spazi di aggregazione. Un processo in cui potrebbe rientrare la città intelligente – conclude Tripodi – per la quale è in vigore la legge regionale sulla Smart city, a prima firma del sottoscritto, insieme ai consistenti fondi stanziati a livello regionale, nazionale ed europeo”.

CORRELATI

spot_img
spot_img