mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img

Trenta anni fa nasceva l’Unità Territoriale della Croce Rossa: la festa il 12 Aprile a Cisterna

Il prossimo 12 aprile grande festa per ricordare il 30° anniversario della costituzione dell’Unità Territoriale di Cisterna di Latina, afferente al Comitato di Latina della Croce Rossa Italiana. L’appuntamento è alle 19.30 presso il Ristorante Il Ritrovo, a Borgo Carso (Latina), il quale si è messo a disposizione per questo evento, grazie anche al patrocinio del Comune di Cisterna di Latina. Durante la serata, allietata dalla Maracaibo Music Band, sarà possibile vincere una splendida crociera, per due persone, offerta dallo sponsor “Sogni ed emozioni” di Marcello Napoli. Per informazioni e prenotazioni basterà chiamare al cellulare 334-6004150.

«Proprio gli aiuti che stiamo ricevendo dimostra quanto sia apprezzato il nostro servizio sul territorio, un impegno che dura dal 1994», ha spiegato la volontaria Lina Merolla, responsabile della Unità Territoriale di Cisterna, «Infatti, era proprio maggio di quell’anno quando il primo gruppo di Volontari, costituito da circa cinquanta persone, iniziò l’attività associativa, aprendo di fatto quella che allora era denominata “Delegazione Comunale della CRI”. Una storia che in questi tre decenni ha visto passare tra le fila di questa storica e gloriosa Associazione giovani, donne, madri, lavoratori e professionisti, che hanno scelto volontariamente di mettere a disposizione parte del proprio tempo liberato al servizio della Comunità cisternese».

L’attuale sede di Cisterna, situata in Via Aldo Moro n. 41, nel quartiere San Valentino, conta circa 90 Volontari impegnati in diverse attività e specializzazioni, tra cui Soccorritori, Unità Cinofile, Istruttori di Primo Soccorso e delle Manovre Salvavita in età pediatrica e adulta, Operatori Sociali, Giovani, Istruttori per la diffusione del Diritto Internazionale Umanitario, Coordinatori ed Operatori specializzati nelle Emergenze. Davvero tanti i servizi portati avanti dai volontari, non solo nel settore sanitario (l’assistenza alle manifestazioni o i trasporti con le ambulanze) ma anche in quello sociale (sportello d’ascolto, i pacchi viveri agli indigenti, assistenza ai senza fissa dimora, il barbonismo domestico, doposcuola o i laboratori sociali).

Il presidente del Comitato di Latina Giancarlo Rufo ha dichiarato: «Da parte mia un grande ringraziamento ai volontari di Cisterna per il loro impegno sempre costante in tutti questi anni. La formazione continua e la loro preparazione consentono un’azione trasversale e dinamica che da trenta anni caratterizza questa gloriosa associazione, consentendo di adattarsi velocemente alle diverse esigenze che siamo chiamati a fronteggiare. Parlare di tutti questi anni, in poche parole è impensabile, perché tante sono le esperienze ed i ricordi, certamente quelli più affettuosi sono rivolti ai volontari che non ci sono più, ma che resteranno sempre nella memoria e nei cuori di chi ha avuto modo di condividere con loro questo meraviglioso percorso».

Nelle varie emergenze che hanno colpito il nostro Paese, i Volontari cisternesi hanno sempre svolto una importante azione venendo impiegati in varie emergenze: i terremoti in Molise, all’Aquila, nel Centro Italia, dove oltre all’intervento in loco hanno gestito le varie raccolte di beni da destinare alle popolazioni colpite. Nella storia dell’Unità Territoriale rimarrà il servizio svolto nel 2012 ospitando un nucleo di 28 cittadini haitiani per un periodo di sei mesi, dopo che il loro Paese fu colpito da un terremoto devastante. In quel periodo i giovani ospiti hanno potuto seguire lezioni come a scuola, fare sport e soprattutto seguire un percorso di recupero sociale e sanitario.

Come non citare il periodo più triste del nostro Paese, con la pandemia del 2020, quando l’azione della CRI a Cisterna di Latina, come in tutta Italia, è risultata fondamentale nel garantire supporto ed assistenza alla popolazione.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img