Giuseppe Schiboni

A seguito dell’emergenza Covid, il Comune di San Felice Circeo ha approvato un contributo straordinario una tantum a ristoro delle spese di trasporto scolastico, come parziale rimborso delle spese sostenute nel 2020, per le famiglie i cui figli frequentano la scuola primaria e secondaria di primo grado.

“Avevamo preso un impegno e lo abbiamo mantenutoAttualmente, le famiglie  – spiega Felice Capponi, assessore comunale alla Scuola – pagano un canone annuo di circa 405 euro, diviso in nove rate: con questo contributo, valido per i mesi da settembre a dicembre, ridurremo di un 20% le spese dei trasporti scolastici.”

La somma sarà  definita sulla base della situazione economica della famiglia, desumibile dall’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) per fasce ISEE secondo questa tabella:

FASCE ISEEDAACONTRIBUTO CORSA ANDATA/RITORNOCONTRIBUTO SOLO RITORNO
FASCIA 10.008.500,0080,0040,00
FASCIA 28.5001,0020.000,0060,0030,00

 

“Ci tengo a ringraziare l’Europa Viaggi – continua l’assessore Capponi – che grazie all’impegno del suo titolare, Antonio Ronci, ha messo a disposizione mezzi con più posti di quelli previsti inizialmente, per favorire un distanziamento fisico maggiore tra gli studenti sugli scuolabus. In questo momento difficile, bisogna combattere il Covid con tutti i mezzi e, al tempo stesso, cercare di sostenere economicamente la nostra comunità.”

L’iniziativa del Comune per le famiglie segue quella recente per le aziende e i professionisti.

A settembre, al fine di sostenere l’imprenditoria locale, l’amministrazione aveva ridotto del 40% la tassa sui rifiuti per le utenze non domestiche, sia per la parte fissa che per la parte variabile.

“Stiamo cercando di sostenere la nostra comunità – sottolinea Schiboni – dalla riduzione della pressione fiscale per i professionisti e le aziende, al taglio di alcune spese per le famiglie. Dove possibile, il Comune interverrà per andare incontro alle esigenze della cittadini.”