Eleonora Matilde Celentano e Andrea Marchiella
Eleonora Matilde Celentano

I dati sull’assenteismo segnalati dalla azienda Csc che si occupa del trasporto pubblico locale a Latina vanno analizzati e subito.

Non ha dubbi su questo il consigliere di Fratelli d’Italia e presidente della commissione trasparenza a Latina, Matilde Celentano che ha già convocato con urgenza la seduta per il 18 luglio alle 9.30 con all’ordine del giorno: assenteismo in CSC misure e interventi da parte del Comune.

“Di fronte a questo grido dall’allarme rimango basita dalle parole del presidente della commissione trasporti Gianni Rinaldi,che minimizza l’accaduto affermando che il Comune non può fare niente in merito, può solo prenderne atto. Il Comune non si può limitare – spiega la Celentano – a prenderne atto, ma è tenuto a prendere degli indirizzi per cercare di arenare in tutti i modi il problema, soprattutto perché  le ripercussioni cadranno sui cittadini, con disagi per l’interruzione del servizio e ritardi del traffico veicolare”.

I dati legati all’assenteismo nel primo anno sono allarmanti.

Il 28% dei dipendenti, infatti, si sarebbe assentato il 70% delle volte.

I picchi d’assenza stanno causando extra-costi e rischiano di portare, come sottolineato dall’azienda, ad una parziale interruzione del servizio.

E’ la stessa azienda che denunciando il fenomeno di assenteismo chiede aiuto al Comune di Latina, e per Rinaldi al Comune non interessa? L’Azienda chiede proprio di essere rinforzata con azioni da parte del Comune e di altri enti come Asl, Inps, medici di base, organizzazioni sindacali, procura e prefettura. Le contraddizioni di Lbc – conclude la Celentano – sono sempre più evidenti a tratti anche paradossali, peccato che a rimetterci saranno sempre i poveri cittadini che usufruiscono dei mezzi pubblici”.