mercoledì 24 Luglio 2024
spot_img

Tragico incidente in casa: Deanna cade e muore sbattendo la testa. Lutto nel sud pontino

La comunità sportiva di Formia e il Centro Olimpico “Bruno Zauli” sono in lutto per la perdita di Deanna Placanica, deceduta all’età di 70 anni. La sua figura è stata per lungo tempo un pilastro fondamentale del centro, dove ha dedicato la sua vita professionale e personale allo sviluppo e al sostegno degli atleti italiani.

Un’icona del mondo sportivo

Deanna Placanica ha trascorso decenni al Centro Olimpico, arrivando sempre prima di tutti e lasciando dopo tutti. La sua passione per lo sport e il suo impegno hanno lasciato un’impronta indelebile nella storia del centro e nelle vite degli atleti che ha supportato, tra cui figurano nomi del calibro di Sara Simeoni e Pietro Mennea.

Circostanze della tragica scomparsa

La scomparsa di Deanna è stata scoperta in circostanze tragiche nella sua casa a Formia, dove è stata trovata deceduta. La morte è sopravvenuta a seguito di una caduta accidentale, confermata dall’esame cadaverico che non ha rivelato segni di violenza. La polizia è stata allertata da amici preoccupati per la sua prolungata assenza.

L’eredità di Deanna Placanica

Nonostante il ritiro, Deanna non ha mai perso il legame con il centro olimpico, rimanendo una figura di riferimento e supporto per la comunità sportiva. La sua vita è stata un esempio di dedizione e amore per lo sport, valori che ha trasmesso a generazioni di atleti.

Commemorazione e ricordo

La cerimonia funebre si svolgerà nei prossimi giorni, offrendo a familiari, amici e atleti l’opportunità di rendere omaggio a una donna che ha dedicato la sua vita allo sport e al sostegno degli atleti azzurri. Il suo ricordo vivrà nelle realizzazioni degli atleti che ha aiutato a formare e nella storia del Centro Olimpico “Bruno Zauli” di Formia.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img