domenica 4 Dicembre 2022

Tragedia alla Kyklos, a processo tutti e 6 gli indagati per la morte di Lisei e Papini

Sono stati rinviati a giudizio tutti e sei gli indagati per la morte dei due operai alla ex Kyklos di Aprilia, del 28 luglio 2014. Sono passati 4 anni e per la scomparsa di Fabio Lisei e Roberto Papini è stato ora disposto il processo. Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Mara Mattioli, ha fissato la prima udienza per il 14 febbraio 2019 davanti al giudice del Tribunale di Latina Fabio Velardi.

Sul banco degli imputati siederanno Danilo Mira, titolare dell’omonima ditta Mira; Davide Mira, figlio di Danilo e titolare della ditta Mira Giuseppe snc; Andrea Pula responsabile della Ecoduemila. Le due ditte Mira avevano subappaltato lo svuotamento delle cisterne di percolato dalla Ecoduemila, che aveva vinto l’appalto. Il pubblico ministero Luigia Spinelli ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio anche per il responsabile della Kyklos, Alessandro Filippi, e il responsabile della sicurezza degli impianti Kyklos, Sebastiano Reveglia e un altro dirigente Kyklos, Fabrizio Martinelli.

Dovranno rispondere di omicidio colposo plurimo e violazione delle norme di sicurezza. Inoltre, per Eco2000 e Kyklos e per la Mira Giuseppe snc è stato chiesto un processo per violazioni amministrative, nelle persone di Luciano Piacentini, Davide e Daniele Mira e Andrea Pula.

Per il pm le violazioni compiute nell’impianto di Aprilia sarebbero state tante. E tutte avrebbero causato la morte dei due operai di San Lorenzo Nuovo. Secondo l’accusa il percolato prelevato dalla Kyklos andava qualificato come rifiuto pericoloso. Avendolo inquadrato come non dannoso, invece, l’azienda avrebbe risparmiato sui costi di smaltimento e su quelli delle protezioni di cui dovevano essere dotati i lavoratori. L’impianto Kyklos era stato sequestrato per quasi due anni.

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img