venerdì 2 Dicembre 2022

Touchdown, inizia il processo: la Provincia di Latina si costituisce parte civile

Prima udienza per il processo Touchdown, primo rinvio. Il collegio di giudici di questa mattina era infatti provvisorio, cambierà nella prossima udienza e quindi la decisione è stata quella di rinviare al prossimo 13 giugno l’istruttoria e l’apertura del dibattimento del processo relativo ad una inchiesta che era stata come un terremoto per la cittadina di Cisterna.

La Provincia di Latina, ente assistito dall’avvocato Di Troia, però ha chiesto e ottenuto di costituirsi parte civile nel procedimento contro tre imputati, tra i quali Alvaro Mastrantoni e Stefano Ettorre. La Provincia ha contestato il danno all’immagine e in caso di condanna chiederà un risarcimento. Non si è costituito invece il Comune di Cisterna.

Durante l’udienza quasi tutti gli indagati, tramite i loro avvocati, hanno chiesto la revoca della misura o una meno afflittiva. Tranne Frezza che qualche giorno fa aveva ottenuto i domiciliari. Il presidente del collegio del Tribunale di Latina, Francesco Valentini, si è riservato.

Sul banco degli imputati gli indagati che hanno scelto il rito ordinario, in questo caso immediato: Filippo Frezza, Marco Muzzupappa, Alvaro Mastrantoni, Danilo Martelli, Mauro Di Stefano, Enrico Baccari, Stefano Ettorre, Pierluigi Ianiri e Andrea Caiazzo.

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img