discarica Borgo Montello

Si svolgerà il 22 gennaio la conferenza di servizi decisoria convocata dalla direzione regionale competente sulla modifica sostanziale consistente nel recupero di volumetria pari a circa 38.000 mc nel lotto B dei sito di Borgo Montello.

All’incontro parteciperanno anche il capogruppo della Lega in consiglio regionale, Angelo Tripodi e il consigliere comunale e componente della commissione ambiente di Latina, Vincenzo Valletta.

”Ribadiamo con forza la nostra contrarietà all’ampliamento della discarica di Borgo Montello. Al termine della scorsa conferenza di servizi del 28 ottobre – spiegano Tripodi e Valletta – abbiamo espresso tutti i nostri dubbi sul recupero della volumetria per il sito anche alla luce della posizione dell’Arpa Lazio, l’agenzia che ha sin qui allarmato la Regione Lazio e la direzione competente su alcune scelte raccapriccianti sulle politiche dei rifiuti in provincia di Latina, a partire dalla vicenda Sep dove è intervenuta la direzione distrettuale antimafia”.

Il futuro della discarica di Borgo Montello, gestita da Ecoambiente, che non tanto tempo fa ha fatto un nuovo investimento, attraverso i socio Systema Ambiente, è in discussione da tempo e le incognite sull’esito della riunione non mancano.

Il tema però resta quello di trovare la strategia più adeguata per chiudere il ciclo dei rifiuti sul territorio di competenza.

Immaginare di farlo senza una dotazione impiantistica adeguata è praticamente impossibile.

“Vedremo dove i compagni e i simpatizzanti di Zingaretti intenderanno piazzare la nuova discarica in provincia di Latina invece di aprire una nuova pagina sull’impiantistica di ultima generazione, salvaguardando le città su cui sorgono attualmente i siti. Si procederà con il recupero della volumetria per Borgo Montello oppure si preferirà dare vita ad una nuova discarica a Latina, ad Aprilia o chissà in quale altro posto sul territorio? Noi faremo le barricate – concludono Tripodi e Valletta – serve una discussione seria e trasparente al di là dei comunicati di facciata”.