I lavori effettuati dall’Anas sulla Pontina hanno, solo parzialmente, risolto il problema delle buche che costellano la 148.

Le forti piogge di queste settimane hanno riportato in primo piano un’emergenza segnata da auto in panne e mancanza di sicurezza.

Alcuni tratti dell’unica strada che collega Latina alla Capitale, restano impercorribili.

Inutili si stanno rivelando gli interventi tampone effettuati, anche ieri mattina, con lo scarico di bitume nelle buche che regge il tempo di un paio di ore aggravando solo la situazione.

In particolare all’altezza di Castel Romano, in entrambe le direzioni, di Aprilia, e dell’accesso al capoluogo pontino, la situazione è insostenibile.

Una decina di auto solo ieri sono rimaste con le gomme a terra.

Pneumatici e cerchioni rotti e l’impossibilità di sostituirli hanno fatto il resto.

Numerose le segnalazioni alle forze dell’ordine e interventi costanti dei carroattrezzi per la rimozione.

Ieri sera verso Latina due auto a distanza di una manciata di metri sono state costrette a fermarsi sotto la pioggia poco dopo l’uscita per Nettuno.

Inoltre il costante allagamento a cui la Pontina è soggetta non fa che acuire il nodo della mancanza di sicurezza per i pendolari.