lunedì 17 Gennaio 2022

Torna la protesta dei Forconi, ma senza Calvani

Dopo la doverosa pausa per le festività, torna il movimento dei Forconi. Con il nuovo anno anche i manifestanti hanno cercato di darsi un assetto diverso e soprattutto nuovi obiettivi alla protesta.

I Forconi hanno capito che protestare contro tutto e tutti non porta da nessuna parte e così hanno deciso di applicare la linea moderata, quella del siciliano Mariano Forte e del veneto Lucio Chiavegato per capirci, scaricando i “fondamentalisti” capeggiati da Danilo Calvani.

L’agricoltore di Latina nera già stato sommerso di critiche per essere andato via da un comizio a bordo di una Jaguar e ha poi deluso sul campo con la cosiddetta “Marcia su Roma” che si è rivelata un mezzo flop.

Adesso Forte e Chiavegato hanno intenzione di agire in altro modo, con richieste concrete al governo e al Parlamento. Si va dalla sospensione dei poteri di Equitalia, all’aumento delle pensioni minime, alla riduzione del costo del carburante. Tutti provvedimenti che il governo ha tempo per attuare fino al 21 gennaio 2014 e il cui mancato adempimento “legittimerà gli italiani a prendere qualsiasi iniziativa”.

CORRELATI

spot_img
spot_img