gara podistica Formia Geat
La presentazione della gara podistica Gaeta-Formia

Si corre tra le città di Gaeta e Formia, tra scenari mozzafiato e testimonianze storiche. Senza scatenare infinite rivalità, ma con l’intento di contribuire alla promozione del territorio del sud pontino.

Ancora qualche settimana e prenderà il via l’annuale gara podistica sulla distanza di 10 km.

L’evento, organizzato per domenica 17 febbraio dall’ “Asd Poligolfo”, si avvale del patrocinio del Consiglio regionale del Lazio e della Confcommercio Lazio Sud, in collaborazione con le Associazioni sportive sociali italiane, la Federazione italiana di atletica leggera, la Protezione civile Ver sud pontino Formia e Fenice di Gaeta, il gruppo ciclistico “Aurunci Cycling Team”.

Numerosi gli atleti che si ritroveranno alle 8 in Largo Domenico Paone, per poi essere accompagnati in pullman al piazzale Caboto di Gaeta. Da qui, armati di tenacia e spirito di avventura, partiranno intorno alle 10. Percorreranno il lungomare di Serapo, di Vindicio e infine raggiungeranno nuovamente Largo Paone.

Alle 11 spazio ai più giovani, con “Il più veloce del Golfo”, la gara di velocità che vedrà competere i ragazzi delle scuole medie. Alle 12 sarà decretato il vincitore dell’intera manifestazione.

“E’ un evento che va al di là dello sport – ha sottolineato il sindaco di Formia, Paola Villa – una congiunzione del territorio che riunisce la comunità. Questa gara non sarebbe stata possibile senza l’aiuto di volontari e associazioni, che vogliono mettere in risalto le bellezze paesaggistiche di tutto il Golfo”.

Dello stesso parere il delegato allo sport al Comune di Gaeta, Luigi Ridolfi che si augura che l’incontro sportivo diventi “uno stimolo per le amministrazioni comunali, un appuntamento fisso che arricchisca ed esprima al meglio le potenzialità delle due città”.

Entusiasmo ed emozione sono trapelati dalle parole dell’assessore alla formazione, integrazione, sportello Europa e digitalizzazione di Formia, Alessandra Lardo che ha espresso “la volontà di fare in modo che l’iniziativa assuma una rilevanza nazionale”.

“Ci troviamo di fronte a una società, la ‘Poligolfo’ – ha affermato inoltre Fabio Caiazzo dell’Asi – che ha dato lustro non solo al territorio, ma soprattutto alle istituzioni scolastiche. Quando si coinvolgono le nuove generazioni è già un successo”.

D’altronde l’impegno di continuare su questa strada, incentivando il turismo in un periodo di bassa stagione, è stato più volte ribadito dal presidente della Poligolfo. “Speriamo in futuro di allargare il bacino anche a Minturno – ha detto Giulio Di Russo – e di lanciare dal settore giovanile dei campioni dell’atletica leggera”.