Mauro Carturan, Gianrio Falivene, Lorenzo Tubertini
Mauro Carturan, Gianrio Falivene, Lorenzo Tubertini

Il palazzetto dello sport di Cisterna per la Top Volley Latina è diventata una casa “con la C maiuscola”, ma per ora non è previsto il cambio nome in Top Volley Cisterna. Questo quello che è emerso nella conferenza stampa che si è tenuta oggi a Cisterna, a Palazzo Caetani, a cui hanno partecipato il sindaco Mauro Carturan, il presidente Gianrio Falivene e l’allenatore Lorenzo Tubertini, oltre all’assessore allo sport Vittorio Sambucci. 

L’occasione è servita anche festeggiare la salvezza che la Top Volley ha raggiunto con 4 turni di anticipo. E a dare un importante annuncio: coach Lorenzo Tubertini resterà a latina per altri due anni. 

“Ringrazio il sindaco e l’amministrazione, se non ci fosse stata la sua volontà di aprire il palazzetto oggi non saremmo qui e celebreremmo altre sventure – ha esordito il presidente Gianrio Falivene -. C’è la consapevolezza del piacere di essere a Cisterna e vogliamo continuare ad esserci nei prossimi anni. Abbiamo una casa con la C maiuscola e anche con il supporto del territorio”. 

“Contiamo per la prossima stagione di riuscire a fare delle opere di preparazione al territorio nella parte iniziale della stagione, a fine estate per coinvolgere la cittadinanza e il territorio stesso”

“Oggi – ha proseguito – vogliamo celebrare la nostra piccola impresa di esserci salvati con 4 giornate di anticipo, contrariamente a quelli che gufavano, ci saremo anche l’anno prossimo. Credo anche per gli anni a venire. A fine volley mercato dicevano che saremmo retrocessi. Il merito va ascritto assolutamente a una persona, il coach condottiero di questa squadra”.

È seguito poi l’annuncio: “Tubertini resta con noi per i prossimi due anni. Già da un mese lo avevamo raggiunto l’accordo, ancora prima della salvezza, come società crediamo nel suo lavoro”.

“Non mi aspettavo il nuovo contratto, credevo se ne sarebbe parlato a fine stagione” ha detto proprio coach Tubertini. E a proposito della stagione: “La sfida era complicata per l’inserimento delle retrocessioni e non c’era memoria di come vivere queste situazioni. Siamo stati bravi a mantenere un clima sereno fino ad arrivare ad un traguardo che non era scontato. Quello che abbiamo ottenuto è frutto di un supersforzo”. 

Il sindaco Carturan ha esaltato invece il ruolo del palazzetto per Cisterna e per il territorio. L’apertura è stata un successo premiato soprattutto dal pubblico, con partite che hanno visto anche 2.500 persone affollare gli spalti. 

“Ringrazio la Top Volley che ci ha messo di tutto per aprirlo e ringrazio la famiglia Antonelli che ci ha messo del suo mettendo a disposizione 30 dipendenti per fare un miracolo. Le polemiche sono state respinte perché non avevano motivo di esistere. Prefetto e Questore ci hanno dato una mano. Abbiamo visto grandi partite a Cisterna, la città è contenta e io sono stra felice. Con questo palazzetto ho fatto la mia fortuna politica, ho avuto molto consenso alle ultime elezioni”, ammette Carturan.

“La Top Volley ci ha portato il sole, 2 mila spettatori a partita credo non fossero mai stati fatti, c’è stata una risposta bella dal territorio, non solo dalla città. Credo che la gente abbia apprezzato modello sportivo della pallavolo, dove vince il più forte senza calci e senza furbetti”.

Adesso però bisogna costruire anche Cisterna a misura di Top Volley, dando strutture ricettive alle squadre e ai tifosi, per questo Mauro Carturan fa continui appelli all’imprenditoria affinché prendano a cuore le sorti della squadra e del territorio. “La classe imprenditoriale può dare ancora tantissimo. Non mi aspettavo risposta di questo tipo. Molte risorse del Latina Calcio sono arrivate da Cisterna, quindi oggi abbiamo difficoltà a capire se gli imprenditori vogliono ancora sostenere lo sport, ecco perché la risposta che c’è stata vale doppia”. 

ll prossimo obiettivo per Cisterna è anche aprire il campo sportivo. Tante le richieste che stanno arrivando dal mondo del calcio e da quello della pallavolo per poter usufruire degli impianti di Cisterna. 

Ma il sogno si chiama Nazionale. Mauro Carturan ha già chiesto alla federazione volley di poter ospitare la nazionale per gli allenamenti.

“Cisterna ha strutture che fanno invidia alla provincia – ha chiuso Vittorio Sambucci – Il lavoro iniziato tanti anni fa ha portato risultati meritati. La Top Volley ce la sentiamo nostra anche se porta il nome di Latina”.