Terre di confine

Una rete virtuosa per la promozione turistica di Lenola, Fondi e Monte San Biagio.

Questo il fine della carta “Terre di confine”, presentata ieri nel Comune in cui ha preso forma l’idea.

“Vogliamo dare valore alle realtà produttive, ricettive e ai ristoratori  – ha esordito il sindaco di Lenola, Fernando Magnafico – che si spendono quotidianamente per diffondere le bellezze, le ricchezze naturalistiche, le tradizioni storiche, il folklore, le specialità enogastronomiche. Farlo insieme ad altri è il modo più efficace per mettere in moto un sistema che supera i confini dei nostri territori”.

Ad appoggiare la nuova frontiera del marketing la presidente della commissione pari opportunità di Fondi, Rita Di Fazio, il delegato al turismo di Monte San Biagio, Giuseppe Pascale, il vice-sindaco monticellano Gianmarco Pernarella e il presidente dell’associazione B&B di Fondi, Tommaso De Virgilio.

“Una scelta che punta ad avvicinare il comprensorio ad altre realtà italiane – ha detto il portavoce all’innovazione di Lenola, Angelo Guglietta – Loro hanno già saputo potenziare la portata dell’interesse di pellegrini e villeggianti”.

Il primo frutto di tale alleanza è una dispensa portatile, corredata da foto e indirizzi web, presto disponibile on line, grazie alla quale le 132 attività che hanno aderito all’iniziativa potranno fornire ai loro clienti tutte le informazioni e i riferimenti. Dai luoghi suggestivi e musei, ai ristoranti, negozi, prodotti tipici, fino alle chiese e ai lidi. E poi eventi, sagre e feste in programma nei prossimi mesi.

Attraverso la “tourist card”, infine, chi alloggerà nei tre Comuni usufruirà di uno sconto pari almeno al 10% su acquisti, cene e pernottamenti.