sabato 30 Settembre 2023

Terracina, un posto da assessore per Procaccini con una delega speciale

Al momento è solo un’ipotesi.

Le valutazioni del caso sono in campo.

Ma Nicola Procaccini che solo qualche giorno fa ha lasciato il ruolo di sindaco dopo essere stato eletto nel parlamento europeo potrebbe tornare alla guida della sua città.

Come?

Entrando nell’esecutivo.

Il passaggio di consegne vede oggi Roberta Tintari in qualità di sindaco facente funzioni.

Sarà lei a traghettare il Comune sino alla primavera 2020 e quindi fino alle elezioni amministrative che si svolgeranno con un anno di anticipo rispetto alla scadenza naturale.

Procaccini ha dato la sua disponibilità a far parte dell’esecutivo.

Per lui si aprirebbe una delega “di vigilanza” sull’attuazione del programma votato dai cittadini.

La Tintari, infatti, ha mantenuto tutte le deleghe che aveva prima di entrare nel nuovo incarico.

Un ruolo di garanzia e all’insegna della continuità alla luce di quel legame indissolubile, come lo ha definito sempre l’attuale parlamentare europeo di Fratelli d’Italia, con Terracina, la città in cui è cresciuto sotto ogni aspetto.

Un modo per affrontare di petto anche le elezioni che, proprio a Terracina, vedranno il centrodestra probabilmente andare diviso all’insegna della Lega che incalza per spodestare Fratelli d’Italia.

Nei prossimi mesi, dopo la pausa estiva, si scioglierà la riserva.

E, soprattutto, si inizieranno a delineare gli scenari politici che contraddistingueranno una campagna elettorale che si preannuncia a dir poco complessa.

 

 

Alessia Tomasini
Nata a Latina è laureata in Scienze politiche e marketing internazionale. Ha collaborato con Il Tempo e L'Opinione ed è stata caporedattore de Il territorio e tele Etere per la politica e l'economia. L'esperienza nell'ambito politico l'ha vista collaborare con pubbliche amministrazioni, non ultima quella con la regione Lazio, come portavoce e ufficio stampa.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img