Aveva realizzato all’interno della sua abitazione un vero e proprio laboratorio dove provvedeva a tutte le fasi per lo smercio della droga.

Gli agenti del commissariato di Terracina, scoperto il fortino della droga creato a Borgo Hermada, hanno arrestato un pregiudicato di 39 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Già nei giorni precedenti gli equipaggi delle volanti avevano notato che nei pressi dell’abitazione del pusher vi era uno strano viavai di tossicodipendenti.

Per questo motivo, i poliziotti della sezione anticrimine del commissariato questa mattina, alle prime ore dell’alba, hanno fatto scattare, con l’ausilio delle unità cinofile antidroga di Nettuno, una perquisizione nella sua abitazione.

Trovate 30 confezioni di cocaina e 11 confezioni di hashish pronte per la vendita al dettaglio, due panetti di hashish del peso complessivo di 100 grammi, mannitolo utilizzato per il taglio della sostanza stupefacente.

Nell’abitazione, inoltre, sono stati rinvenuti un notevole quantitativo di materiale utile per la preparazione e il confezionamento della droga, una macchina per sottovuoto, vari bilancini di precisione, nastri adesivi ed altro materiale intriso di sostanza stupefacente.

Il 39enne, con precedenti specifici e reati contro il patrimonio, è stato portato presso gli uffici di via Petrarca e sarà giudicato con rito direttissimo sabato 23 novembre.