lunedì 22 Luglio 2024
spot_img

Terracina, calamità naturale dopo la tromba d’aria: il Comune auspica tempi celeri

“Esprimiamo sincera soddisfazione circa il riconoscimento regionale dello stato di calamità naturale relativo alla tromba d’aria che lo scorso 5 novembre ha duramente colpito le località rurali a nord di Terracina. Ed è doveroso ringraziare la Regione per questo”, a dirlo è il sindaco di Terracina Nicola Procaccini, l’assessore all’Urbanistica Pierpaolo Marcuzzi e l’assessore ai Lavori Pubblici Luca Caringi.

Il Comune attribuisce il successo anche alla mobilità del Comune e dei suoi uffici, in prima linea ad assistere agricoltori e privati cittadini alle prese con la conta dei danni. Con loro anche l’Associazione Geometri di Terracina che si sono messi a disposizione gratuitamente per raccogliere le segnalazioni dei danni subiti ed elaborare le richieste per il riconoscimento dello stato di calamità naturale, “dando così concreta dimostrazione di solidarietà e di spirito di comunità. Quando si registrano collaborazioni tra le istituzioni e le forze sociali di Terracina in circostanze così importanti per il bene dei cittadini, significa che si sta  promuovendo quella buona politica da tutti auspicata. Quella buona politica che si alimenta con i fatti e non con i comunicati di propaganda elettorale. Ora ci auguriamo che le pratiche concludano celermente il loro iter burocratico in modo da disporre, in tempi brevi, delle risorse necessarie. Anche in questa fase  – concludono Procaccini, Mercuzzi e Caringi – proseguirà l’azione di assistenza e sorveglianza da parte della nostra Amministrazione, come abbiamo fatto in sede di presentazione dell’istanza”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img