raffaele-trano-comitato-pontone
Raffaele Trano

La questione delle Terme di Fogliano arriva alla Camera. Il deputato del Movimento 5 Stelle Raffaele Trano ha presentato infatti un’interrogazione a risposta scritta diretta al Presidente del Consiglio, al Ministro dell’Economia e al Ministro dell’Interno. 

Nel testo l’onorevole di Gaeta riepiloga una vicenda che parte dagli anni 50, ovvero da quando si è scoperto che a Capo Portiere c’erano delle acque sulfuree. Il resto è storia nota. Il Comune con la società Terme di Fogliano e l’accordo con Condotte tenta l’impresa che non riesce, e la società Terme di Fogliano va in fallimento con un debito da 9 milioni di euro e non basta il valore del terreno stimato in 7 milioni a ripianare la perdita. Una sconfitta per la città e il territorio che potevano avere molto da quel sito e invece ne hanno tratto solo un bel debito. 

Sull’intera vicenda, Raffaele Trano chiede ai membri del governo: “Di quali elementi dispongano in ordine a una vicenda così catastrofica e umiliante per lo sviluppo turistico ed economico di Latina e del suo comprensorio e se non si intenda promuovere, per quanto di competenza, una verifica da parte dei servizi ispettivi di finanza pubblica della ragioneria generale dello Stato in relazione alla situazione amministrativa e finanziaria degli enti locali coinvolti, alla luce delle rilevanti criticità sopra evidenziate”.

Il Movimento 5 Stelle di Latina con il meetup 256 lo scorso 16 maggio  ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti del Lazio per “Presunto danno patrimoniale ai danni del Comune e della Provincia di Latina a seguito del fallimento della Società Terme di Fogliano S.p.A.”

“Una patetica storia in cui burocrazia, sciatteria e ignavia hanno fagocitato l’idea di sviluppo di un’area di pregio composta da circa 72 ettari di terreno, situati nei pressi del lido di Latina e del lago di Fogliano (Parco nazionale del Circeo),  sui quali,  secondo la stampa locale, si starebbero già concentrando interessi di carattere speculativo”, così il meetup dei 5 Stelle.