Costantino Di Silvio
Il tribunale di Latina

Aveva sparato alla ex moglie il 14 luglio scorso ferendola gravemente. Questa mattina si è svolta l’udienza preliminare per Costantino Di Silvio, detto Pesce, accusato di tentato omicidio. L’uomo, difeso dall’avvocato Maria Antonietta Cestra, ha chiesto e ottenuto di essere giudicato con rito abbreviato, condizionato alla presentazione di alcune memorie.

Il rito prevede la riduzione di un terzo di una eventuale condanna e si svolge davanti al giudice per l’udienza preliminare senza passare al dibattimento. Il gup Giorgia Castriota, dopo aver ammesso l’abbreviato, ha rinviato l’udienza al 19 dicembre 2018 per la discussione e la sentenza.

I fatti risalgono al luglio scorso. Secondo gli investigatori il 52enne avrebbe premeditato l’omicidio e avrebbe sparato 5 colpi con una pistola Revolver Smith & Wesson calibro 38 contro la moglie. La donna era rimasta ferita al braccio destro, al fianco e alla schiena, era stata operata d’urgenza e per fortuna era riuscita a salvarsi. Alla base del gesto la fine della loro relazione e vecchi rancori.