domenica 26 Giugno 2022

Teatro D’Annunzio, lavori (quasi) ultimati: a gennaio la stagione tra prosa e concerti

Il Teatro di Latina riaprirà per il Concerto di Capodanno del 1° gennaio, probabilmente con agibilità provvisoria e conseguente ordinanza del sindaco Damiano Coletta. Se ne è discusso oggi in Commissione Cultura alla presenza degli assessori Emilio Ranieri e Antonella Di Muro, della dirigente Grazia De Simone e del Rup dei lavori Paolo Rossi. Emilio Ranieri ha spiegato ai commissari, maggioranza e minoranza, che i lavori sono quasi ultimati, il termine ultimo per terminare il tutto dovrebbe essere il 20 dicembre. I lavori sono stati concentrati in particolare sul palco e sulle misure per garantire la sicurezza.

“Sono state completate le opere sulla superficie del palcoscenico – ha spiegato Emilio Ranieri – ed entro la prossima settimana saranno eseguite le ultime lavorazioni. Sono stati completati inoltre i lavori di adeguamento dell’impianto di spegnimento incendi e l’ampliamento della rete di idranti”

Ad ultimazione dei lavori sarà possibile avviare le procedure per ottenre la SCIA.

Nel frattempo sono stati poi spostati gli uffici dell’Assessorato Città Internazione, di Cristina Leggio, che traslocheranno altrove. Quindi, il 1° gennaio, salvo imprevisti legati al termine dei lavori, si riapre per il Concerto di Capodanno con la richiesta di agibilità temporanea, nelle more del rilascio della Scia a cui provvederanno i Vigili del Fuoco fatte tutte le verifiche del caso. Chi non ha voluto attendere è stata la Pro Loco di Latina, che ha già fatto sapere che non terrà il consueto spettacolo di fine anno al Teatro D’Annunzio, appunto per l’incertezza di poter avere la struttura aperta.

“Non teniamo il teatro chiuso per il piacere di tenerlo chiuso, ci sono dei lavori che si stanno completando a mio avviso molto bene”, così Antonella Di Muro. L’Assessore alla Cultura ha anche annunciato che a gennaio comunque partirà una stagione teatrale: “Noi abbiamo già previsto una stagione di prosa, poi c’è il Conservatorio con i concerti della rassegna Un’orchestra a teatro, ci saranno spettacoli realizzati con l’ATCL che annunceremo a breve. Stiamo tutti lavorando celermente proprio per cercare di soddisfare le richieste”.

“Stiamo facendo di tutto per cercare di fare le cose per bene – ha aggiunto invece l’Assessore al Patrimonio e Manutenzioni -. Abbiamo questo mese per lavorare e monitoreremo la situazione. Il nostro interesse è dare strutture sicure. Dobbiamo andare avanti con le ordinanze per dare una vita culturale alla città ma la logica è rimettere a posto le strutture. Se ci volessero due mesi in più dovremmo avere pazienza”.

È evidente che il bando per l’affidamento del teatro ai privati, o, per dirla con le parole dell’assessore Antonella Di Muro, la “compartecipazione” tra il Comune di Latina e un privato che sarà scelto tramite gara, sarà realizzato per la stagione 2018/2019.

La commissione era stata chiesta dalla minoranza che voleva delucidazioni sullo stato dei lavori: “Dovete chiedere scusa alla città perché ad oggi ancora non c’è una stagione teatrale programmata”, così Andrea Marchiella.

“Tutto ciò – ha detto invece il Presidente di Commissione Fabio D’Achille in riferimento ai lavori – serve a mettere nelle condizioni il teatro di essere agibile definitivamente, senza più problemi e poi quando sarà pronto si procederà con l’affidamento”.

E forse a giorni, con il termine dei lavori, il Teatro D’Annunzio tornerà definitivamente a disposizione della città.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo è parte della redazione di LatinaQuotidiano dal 2014. Qui ha alimentato la sua passione per il giornalismo, l'informazione e il web. Nei suoi studi figurano una laurea in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione e un master in Web & Social Media Marketing.

CORRELATI

spot_img
spot_img