Chiarezza delle possibili agevolazioni per le associazioni del terzo settore, di volontariato e di promozione sociale che svolgono la propria attività in immobili di proprietà, in affitto o in comodato, nei quali non risultano essere residenti nuclei familiari.

Possibilità della compensazione direttamente in bolletta con eventuali crediti nei confronti dell’amministrazione comunale.

Dilazione di pagamento per ragioni di stato temporaneo di difficoltà fino a 72 rate più altre 36 se lo stato di necessità si protrae, per debiti oltre i 20.000 euro, e altre dilazioni per debiti più esigui.

Questi alcuni dei punti salienti del nuovo regolamento sulla Tari approvato dal Comune di Latina.

“Un’attenzione concreta dunque è stata posta – spiega l’assessore al bilancio, Gianmarco Proietti –  alle povertà temporanee e agli stati di necessità che anche questa crisi sta facendo emergere, una attenzione che diviene sistemica e regolamentata. L’articolo 31, poi, permette la riscossione elettronica della Tari, un passaggio che può definirsi epocale per questa città che vuole essere sempre più smart: sta per essere promosso, infatti, il primo portale telematico del cittadino, dove ogni latinense dotato di identità elettronica (CIE o SPID) potrà collegarsi per prendere visione delle proprie bollette, valutarle e pagarle (TARI, ICI/IMU)”.

Al regolamento si aggiungerà la delibera delle tariffe annuali.

“Un atto – conclude Proietti – che studieremo insieme in commissione tributi e si arricchirà anche degli indirizzi del Tavolo Latina per Latina per le ulteriori riduzioni del 25% della Tari per le utenze non domestiche chiuse e parzialmente chiuse, come indicato dalla circolare ARERA. Un regolamento moderno che permetterà al consiglio di poter lavorare in sicurezza per garantire a tutti una politica fiscale attenta, solidale e rigorosa”.