Antonio Tajani

Lega e M5S non possono convivere. Per questo il voto del 26 maggio è fondamentale per mandare a casa un governo che parla invece di fare, che litiga invece di risolvere i problemi degli italiani. La disoccupazione giovanile è superiore al trenta per cento. Nel meridione lavorano 42 persone su 100, in ogni famiglia italiana c’è questo problema. Il lavoro è dignità e il nostro impegno è garantirla a tutti”.

Con queste parole il presidente del parlamento europeo uscente e vice presidente di Forza Italia, Antonio Tajani, è intervenuto, a Latina, alla presentazione del nuovo libro del senatore Riccardo Pedrizzi.

Il titolo è esemplificativo “Il Salvadanaio. Manuale di sopravvivenza economica”.

Un’opera di oltre 400 pagine in cui trovano posti di estrema attualità come l’economia, la finanza, il lavoro.

Tutti calati perfettamente in una società in cui si devono recuperare quei valori, che solo la famiglia e la centralità dell’uomo nella sua interezza e in tutte le sue componenti, possono garantire.

L’incontro è stato organizzato dall’Ucid, Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti, in collaborazione con il Lions Club Latina Host e l’associazione Minerva.

“Non può esistere economia che non sia finalizzata a creare lavoro. Dobbiamo continuare a batterci in Europa, per riportare il lavoro al centro di ogni azione e per fare, davvero in modo che sia lo Stato al servizio del cittadino – conclude Tajani – e non il contrario”.

Tanti gli interventi sia istituzionali che del mondo dell’economia che hanno accompagnato l’evento che si è svolto presso la Curia Vescovile di Latina.

“Il lavoro – ha spiegato Pedrizzi – non è una merce ma quanto di più bello e dignitoso al mondo. E’ il vero bene comune su cui si può garantire il benessere delle famiglie e la crescita di una società”.